fonte: BMIS

L'Arcivescovo Camilleri ha officiato la messa di Natale per i militari in missione a Gibuti

Funzione concelebrata con il Vescovo di Gibuti, Monsignor Giorgio Bertin

​Nella mattinata del 25 dicembre 2019, presso la Base Militare Italiana di Supporto (BMIS), l'Arcivescovo Antoine Camilleri, Nunzio Apostolico in Etiopia ed in Gibuti, ha officiato la Santa Messa di Natale alla presenza di tutto il personale  militare italiano libero dal servizio. 

Giunto alle ore 10.45 circa è stato accolto e salutato dal Comandante, Colonnello Michele Chiedi.

La funzione è stata concelebrata con il Vescovo di Gibuti, Monsignor Giorgio Bertin divenuto ormai da parecchi anni punto di riferimento in campo spirituale per il nostro personale militare che presta servizio nell'ambito della Missione grazie alla sua imperitura ed apprezzata disponibilità nel celebrare, ogni domenica e nelle maggiori ricorrenze religiose, la Santa Messa presso la Base italiana.

Al termine della funzione, le autorità religiose si sono intrattenute con il personale militare e con loro hanno consumato il pranzo natalizio presso i locali della mensa. Il Nunzio Apostolico, oltre a formulare a tutti i presenti e alle loro famiglie in Patria i più sinceri e fervidi auguri di un sereno Natale e di un felice anno 2020, ha espresso parole di autentico e vivo apprezzamento nei confronti dell'operato del Contingente italiano con la promessa di tornare nuovamente a visitare la Base e il suo personale nelle future trasferte in terra gibutiana. 

Sua Eccellenza Camilleri, nato nell'isola di Malta, è stato proclamato Arcivescovo lo scorso 3 settembre 2019 da Papa Francesco che il successivo 31 ottobre lo ha nominato Nunzio Apostolico in Etiopia e in Gibuti nonchè rappresentante speciale presso l'Unione Africana e Delegato Apostolico in Somalia. La visita dell'Alto prelato è la prima nel territorio della Repubblica di Gibuti da quando ha assunto la nuova carica in terra africana.    

condividi: