fonte: COMFOP Sud

Studenti dell’Istituto Comprensivo “Fontanarossa” e militari dell'Esercito costruiscono insieme la società delle regole e della solidarietà.

Progetto rivolto agli studenti dell'istituto comprensivo statale "Fontanarossa"

L'istituto comprensivo statale "Fontanarossa" di Catania, da tempo impegnato in progetti didattici volti a sensibilizzare gli studenti sul senso civico e sul valore della patria come “sistema-Paese”, ha promosso, in collaborazione con l'Esercito, un incontro-dibattito con i fanti del 62° Reggimento Fanteria "Sicilia", della caserma "Erminio Sommaruga", incentrato sui valori della pace, della legalità e della solidarietà.


Il progetto, curato dalla professoressa Giovanna Micale, è stato rivolto agli studenti della scuola secondaria di primo grado e della scuola primaria, che hanno avuto la possibilità di ascoltare interventi, coordinati dal maggiore dell’Esercito Giuseppe Garagliano, dei soldati, uomini e donne, che hanno raccontato le loro esperienze di vita maturate all'estero durante i periodi in cui erano impiegati per portare pace a popoli vittime di tristi eventi del recente passato.


La mattina è iniziata con la solenne cerimonia dell’alzabandiera sul piazzale della scuola, con l’inno di Mameli musicato dalla banda militare della Brigata “Aosta”, che si è anche esibita in alcuni brani musicali suscitando l’attenzione, oltre che degli alunni e dei genitori presenti, anche delle persone che abitano i palazzi circostanti l’edificio scolastico. Presenti per l’occasione i rappresentanti delle autorità locali ed il presidente del Comitato Regionale Unicef Vincenzo Lorefice.  Il dirigente scolastico Patrizia Concetta Tumminia, ha auspicato al termine della giornata “di poter ripetere un'iniziativa che ha creato entusiasmo e sensibilizzato gli animi dei ragazzini con lo scopo di creare per tutti una società più giusta, equa e solidale”.




condividi: