fonte: Comando Truppe Alpine

Condividi su Linkedin

Introdotte ad uso sperimentale presso i reggimenti alpini  e-bike adatte per il mountain warfare.

Nuovi mezzi a basso impatto ambientale e acustico, da impiegare su percorsi montani.

Nell'area addestrativa del 6° Reggimento Alpini di Villa Bassa (BZ), alla presenza del Comandante delle Truppe Alpine dell'Esercito Italiano, Generale di Corpo d'Armata Claudio Berto e del Direttore Generale di Difesa Servizi, Dott. Luca Andreoli, l'Amministratore Delegato di Fantic Motor, Ing. Mariano Roman, ha consegnato 9 esemplari di bicicletta a pedalata assistita (e-bike) in configurazione tattica, appositamente allestiti per l'impiego su sentieri di montagna e in ambienti innevati.


La volontà di utilizzare questo moderno mezzo di locomozione in chiave operativa nasce dalle recenti esperienze maturate nei raid alpinistici delle Truppe Alpine, che hanno fatto emergere la necessità per i plotoni alpieri e per i nuclei ricognizione di disporre di idonei mezzi per la mobilità, a basso impatto ambientale e acustico, per impiegarli su percorsi montani e nel moderno contesto del Mountain Warfare.


L'attività si inserisce nel processo di valorizzazione degli asset militari condotto da Difesa Servizi S.p.A., che, in accordo con Fantic Motors, azienda italiana di Treviso, permetterà alle Brigate Alpine "Julia e Taurinense" di condurre un'adeguata sperimentazione per definire le caratteristiche delle e-bike in termini di performance e l'efficacia ai fini di un impiego tattico ("effectiveness").


L'addestramento per gli Alpini dell'Esercito, quali naturali depositari del movimento operativo in montagna, con questa sperimentazione operativa potrà nel prossimo futuro avvalersi di un nuovo strumento da integrare fra i mezzi a disposizione e nell'evoluzione delle tradizionali tecniche di combattimento in montagna.


L'impiego della bici elettrica e l'orizzonte della sperimentazione potranno costituire inoltre un ulteriore fattore di sviluppo capacitivo e conoscitivo nel campo dell'utilizzo di fonti alternative di energia, anche a livello interforze e internazionale, atteso l'interesse dimostrato all'attività da parte Centro di Eccellenza NATO per la Sicurezza Energetica (NATO ENSEC COE, LITUANIA), con il quale si è istaurata una collaborazione, volta ad approfondire gli studi sull'utilizzo delle e-bike in ambiente tattico – operativo. 


condividi: