Condividi su Linkedin

Il 3° Reggimento Trasmissioni risponde agli appelli per la raccolta di sangue.

La generosità dei donatori di sangue è un gesto di grande responsabilità

​Lo scorso 28 aprile, il 3° Reggimento Trasmissioni, con il supporto sanitario di un team del Policlinico Militare del Celio, ha organizzato presso la sala medica della caserma "G. Perotti" in Cecchignola, sede del Comando Trasmissioni, una raccolta di sangue volta a supportare la difficile situazione sanitaria a tutela della salute dei cittadini.

L'emergenza, causata dalla diffusione della pandemia da coronavirus, ha provocato un calo delle scorte di sangue dovuto probabilmente al timore, in osservanza alle disposizioni contenute nei DPCM emanati, dei cittadini di uscire di casa per recarsi nei centri trasfusionali nonostante le donazioni e la raccolta del sangue e degli emocomponenti siano attività essenziali di assistenza sanitaria, fondamentali per garantire la continuità delle terapie salva-vita sul territorio nazionale. Il personale del 3° Reggimento e del Comando Trasmissioni, con la presenza in prima linea del Comandante, Generale di Brigata Stefano Francesconi, ha contribuito con entusiasmo e senso del dovere alla raccolta di una quantità di sangue e di plasma che assicurerà a un gran numero di pazienti le necessarie cure contro numerose e gravi infezioni.

Il segno tangibile che gli uomini e le donne delle trasmissioni hanno voluto lasciare con questo grande gesto di responsabilità, non solo verso chi si trova in precarie condizioni di salute ma per la comunità intera, testimonia il grande impegno che l'Esercito Italiano profonde quotidianamente con competenza, professionalità, senso di solidarietà e umanità, sempre al fianco dei cittadini.

condividi: