fonte: SME

12 novembre, l'Esercito celebra la Giornata del Ricordo dei Caduti nelle missioni internazionali di pace.

La memoria dei Caduti guida sempre viva per tutti gli uomini e donne dell'Esercito

​L'Esercito, Forza Armata con il più alto numero di Caduti in Italia, ha celebrato con diversi appuntamenti, la 9^ Giornata del Ricordo dei Caduti militari e civili nelle missioni internazionali di pace.

 

Le commemorazioni sono iniziate con la deposizione di una corona d'alloro all'Altare della Patria da parte del Ministro della Difesa, Senatrice Roberta Pinotti, accompagnata dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, dal Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Danilo Errico e dai vertici delle altre Forze Armate.

 

I familiari dei Caduti, affluiti a Roma per l'occasione, hanno partecipato alla Santa Messa, officiata dall'Ordinario Militare per l'Italia, S.E. Mons. Santo Marcianò, nella Basilica di S. Maria in Aracoeli, alla presenza delle più alte cariche militari e civili.

 

Successivamente, il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Danilo Errico, ha rivolto un indirizzo di saluto ai familiari presenti dicendo che "la responsabilità dell'Esercito oggi è quella di ricordare i caduti delle Grandi Guerre e riaffermare giornalmente con forza il valore e il senso della scelta coraggiosa dei vostri ragazzi di servire il Paese imbracciando le armi per costruire un mondo migliore, contribuendo a stabilizzare quelle aree del mondo focolai di crisi che hanno riflessi sulla sicurezza interna".

  

Le celebrazioni si sono concluse con una visita alla Sala della Memoria, inaugurata lo scorso anno a Palazzo Esercito, dove i familiari dei caduti hanno avuto la possibilità di ricordare i propri cari in un momento di raccoglimento.

condividi: