Condividi su Linkedin

Continua l'impegno dell'Esercito nel soccorrere le popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia.

Prosegue l'impegno dell'Esercito in soccorso alle popolazioni colpite dal terremoto dell’Italia centrale

​​​​​Sin dalle prime ore dopo le nuove scosse di terremoto che hanno colpito il Centro Italia, l'Esercito è impegnato per soccorrere i cittadini di Visso, uno dei comuni maggiormente colpiti dal sisma.

Nel punto di raccolta allestito per accogliere le persone sfollate, allontanate dalle proprie abitazioni per motivi di sicurezza, i militari dell'Esercito provenienti dal 1° reggimento Granatieri di Sardegna, dal 6° reggimento Genio Pionieri e dal 6° reggimento Logistico di Supporto Generale hanno predisposto tempestivamente una cucina da campo, dello stesso modello di quelle impiegate nelle operazioni all'estero, per preparare e distribuire oltre 500 pasti caldi, già dal pranzo di ieri.

Tre macchine per il movimento terra e quattro mezzi speciali del genio dell'Esercito sono tuttora in azione per il ripristino completo della viabilità in tutta l'area e la rimozione di massi lungo la strada provinciale 209, una delle principali vie di accesso.
Anche un drone del 41° Reggimento "Cordenons" è attualmente impiegato nelle operazioni di monitoraggio delle aree colpite dal sisma, in concorso con la Prefettura e la Protezione Civile.

L'Esercito da sempre al servizio del Paese, grazie ai suoi mezzi speciali e alla professionalità e competenza dei suoi uomini e donne è in grado di intervenire in soccorso alla popolazione in qualsiasi momento dimostrandosi un saldo punto di riferimento in caso di pubbliche calamità.

condividi: