fonte: COMFOTER di Supporto

Sanificata la sede della Casa Accoglienza “Il Samaritano” della Caritas Diocesana.

Le opere di sanificazione sono state richieste dalla Diocesi di Verona

​Altra attività di sanificazione per i disinfettori del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto di Verona che, nel pomeriggio di ieri, hanno sanificato i locali della Casa Accoglienza “Il Samaritano” della Caritas Diocesana.

Un intervento di fondamentale importanza per il centro scaligero, la cui missione è quella di accompagnare persone che vivono situazioni di grave marginalità verso la re-inclusione sociale.

Dopo alcuni casi di positività al CoViD-19 infatti, la Casa accoglienza ha dovuto forzatamente sospendere le attività, soprattutto per evitare che il contagio si estendesse agli operatori, ai volontari e agli altri ospiti. L’intervento dell’Esercito, eseguito in tutti i locali, camere, servizi igienici, aree ricreative, cucina, refettorio e uffici, permetterà agli ospiti di rientrare e poter ritrovare un luogo sicuro, fatto di carità e accoglienza.

Presenti alle operazioni S.E. Mons. Gino Zampieri, Vicario per la Carità e la Salute e Direttore della Caritas Diocesana, il Dott. Marco Bonato Vice Direttore della Caritas Diocesana, il Dott. Marco Zampese, Direttore della Casa accoglienza “Il Samaritano” e il Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, Generale di Corpo d’Armata Giuseppenicola Tota.
I due nuclei disinfettori del COMFOTER di Supporto, hanno effettuato la sanificazione delle aree esterne con soluzioni di detergente igienizzante mediante la lancia di un atomizzatore di grande capacità, mentre gli interventi interni sono stati eseguiti nebulizzando la soluzione disinfettante con pompe spalleggiabili a bassa pressione e con atomizzatori di media capacità e attraverso l’ausilio di un nebulizzatore.

Contribuire a ridare una speranza e un’opportunità agli ospiti della Casa, affinché possano tornare a intraprendere il percorso rivolto all'autonomia e al recupero della dignità individuale e sociale interrotto a causa dell’emergenza sanitaria, rappresenta l’essenza del lavoro costante e silenzioso degli uomini e delle donne dell’Esercito Italiano che in un momento così difficile per il nostro Paese, confermano di essere sempre più al servizio dei cittadini.

condividi: