fonte: COMFOP Sud

Il Comando Divisione Acqui ha ospitato l'Associazione Familiari e Reduci della Divisione Acqui nella giornata del Precetto Pasquale.

Illustrati agli ospiti la storia e i compiti della Divisione "Acqui"

​Il Comando Divisione “Acqui” ha ospitato, nella nuova sede della caserma “O. Salomone” di Capua, i vertici nazionali e regionali dell'Associazione Nazionale Divisione Acqui. L’attività è iniziata con un momento molto suggestivo, con i rappresentanti dell’Associazione che si sono schierati insieme agli uomini e alle donne del Comando Divisione “Acqui” e del Reparto Comando e Supporti Tattici ed hanno preso parte alla cerimonia dell’alzabandiera.

L’incontro è proseguito nei locali del circolo unificato, dove il Comandante della Divisione “Acqui”, il Generale Fabio Polli, ha dato il benvenuto agli ospiti ed ha espresso loro il personale ringraziamento per aver accettato l’invito ad un incontro finalizzato a presentare la nuova sede del Comando Divisione “Acqui”, illustrare i compiti e le funzioni della Grande Unità complessa dell’Esercito e consolidare un rapporto di vicinanza e interazione con l’Associazione Nazionale Divisione “Acqui”, da sempre impegnata nel tenere viva la memoria del sacrificio degli uomini dell’Acqui a Cefalonia e Corfù.

Il Presidente Nazionale dell’Associazione Divisione Acqui, Giuseppe Dalpiaz, ha letto e poi consegnato al Generale di Divisione Polli una lettera di ringraziamento, nella quale esprime la sua soddisfazione per l’invito a quest’incontro e descrive la visita come un evento che rinsalda fortemente il passato col presente e rafforza la collaborazione per costruire assieme il futuro dell’Acqui.

Nel corso della giornata, i rappresentanti dell’Associazione Divisione Acqui hanno salutato la Bandiera di Guerra del 17° Reggimento Addestramento Volontari “Acqui”, ed infine si sono trasferiti alla caserma “Cavalleri” di San Giorgio a Cremano dove, sotto la guida del Comandante del Reparto Comando e Supporti Tattici “Acqui”, hanno visitato i cimeli custoditi nella Sala Museale della Divisione Acqui.

condividi: