Condividi su Linkedin

La mostra dell’Esercito a Margherita di Savoia nel centenario dalla traslazione della Salma del Milite Ignoto.

Una mostra dell’Esercito a Margherita di Savoia per commemorare il Milite Ignoto

Ha avuto inizio, con la resa degli onori ai Caduti e l’inaugurazione di una targa commemorativa, la giornata dedicata al centenario della traslazione della Salma del Milite Ignoto nel sacello dell’Altare della Patria, organizzata nei giorni scorsi dal comune di Margherita di Savoia in sinergia con il Comando Militare Esercito (CME) Puglia.

Il Sindaco, Avv. Bernardo Lodispoto e il Generale di Corpo d’Armata Salvatore Camporeale, Comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell'Esercito, nonché cittadino onorario di Margherita di Savoia, hanno scoperto la targa alle presenza di Autorità civili, militari e di una rappresentanza di studenti appartenenti a Istituti scolastici locali.

I cittadini intervenuti hanno potuto visitare un’esposizione di mezzi ed equipaggiamenti in dotazione alla Brigata “Pinerolo” tra cui il Veicolo Blindato Medio (VBM) “Freccia”, il Veicolo Tattico Medio Multiruolo (VTMM) "Orso", il Veicolo Tattico Leggero “Lince” anche nella versione ambulanza, droni e l’equipaggiamento del “Soldato Sicuro”.

La conferenza intitolata “Storia del Milite Ignoto”, tenuta presso il chiosco comunale dal prof. Nicola Neri, docente di Storia dei Conflitti Internazionali dell’Università “Aldo Moro” di Bari e dal Tenente Colonnello Mauro Lastella, del CME “Puglia”, e la realizzazione di una mostra storica contenente cimeli, uniformi, elmetti d’epoca e stampe, hanno contribuito a ricostruire il contesto della Grande Guerra.

Ad arricchire l’esposizione storica, una collezione esclusiva di trentasei cartoline litografiche, nate da bozzetti che Tommaso Cascella realizzò traendo ispirazione dalla sua esperienza di corrispondente di guerra per la rivista “La Grande Illustrazione” diretta dal padre Basilio Cascella. Le cartoline, frutto di un percorso di diretta e personale testimonianza dei fatti che sconvolsero l’Europa dal 1914 al 1918, riproducono scene disegnate o dipinte “in diretta” sul fronte delle operazioni belliche.

La mostra è stata allestita dal CME Puglia grazie alla collaborazione con l’Associazione Nazionale Alpini, l’Associazione Nazionale Bersaglieri, Sezioni di Bari e dei collezionisti privati, Franco Tria e Piero Violante.

La giornata è proseguita con una rassegna musicale della Banda della Brigata “Pinerolo” che si è esibita proponendo una scaletta di brani tratti dalla tradizione militare e da quella popolare.

L’evento trova collocazione nell’ambito delle manifestazioni commemorative del Centenario dalla traslazione della Salma del Milite Ignoto nel sacello dell’Altare della Patria e del conferimento della cittadinanza onoraria: il soldato senza nome, da oggi, è anche cittadino di Margherita di Savoia.

condividi: