fonte: COMFORDOT

Condividi su Linkedin

Il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione partecipa alle finali nazionali della gara sulla cybersecurity.

Risultati di rilievo sul tema della sicurezza informatica

Nei giorni scorsi, una rappresentanza di sei Ufficiali frequentatori dell'Arma delle Trasmissioni e del Corpo degli Ingegneri del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell'Esercito ha partecipato, in modalità on line,  alla competizione finale nazionale della CyberChallenge.IT 2021, programma italiano di formazione per i giovani talenti della sicurezza informatica, organizzato dal Laboratorio Nazionale Cybersecurity del Cini (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l'Informatica).


Giunta alla quinta edizione, la gara ha costituito l'evento finale del corso di formazione e sviluppo di competenze specialistiche legate al mondo della cybersecurity che ha coinvolto circa 4900 partecipanti, tra i 16 e i 23 anni, appartenenti alle squadre di ciascuna delle 33 sedi che hanno aderito al progetto (30 università, il Centro di Competenza in Cybersecurity Toscano, il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell'Esercito di Torino e  l'Accademia Aeronautica di Pozzuoli). 


I giovani esperti dei maggiori atenei italiani, che più si sono distinti per le loro competenze specifiche, hanno dato vita ad una complessa gara di tipo Capture the Flag (CTF), una sorta di "ruba bandiera" virtuale, nella quale ciascuna squadra è stata chiamata ad attaccare le infrastrutture informatiche degli avversari, proteggendo al contempo la propria, e impedendo agli altri di prenderne il controllo.


Gli Ufficiali della Scuola di Applicazione dell'Esercito hanno ben figurato in una competizione molto impegnativa che ha richiesto ampie competenze e una squadra eterogenea per formazione, in grado di esercitare tecniche offensive e difensive nell'ambito della cifratura, della gestione dei server e dell'analisi di codice sorgente.


In particolare il Tenente Cecilia Ruggiero del 196° corso "Certezza" del Corpo Ingegneri ed il Sottotenente Teresa Torresani del 199° corso "Osare" Corpo Ingegneri si sono particolarmente distinti in quanto tra le prime 5 donne meglio classificate a livello nazionale e sono state premiate come "Ambasciatrici Digitali".


L'uso sempre più ampio delle nuove tecnologie, la digitalizzazione di tutti i processi, la costituzione di veri e propri patrimoni informativi ha posto in evidenza l'importanza assunta dalla cybersecurity, oggi sempre più cruciale per garantire la protezione di reti, computer, programmi e dati da possibili attacchi o accessi non autorizzati.


condividi: