fonte: COMFOTER di Supporto

Condividi su Linkedin

Il Dott. Stanislao Saeli, Procuratore Militare di Verona, incontra i Comandanti di Corpo in servizio nell’area di competenza della Procura Militare di Verona.

Sinergia tra l’Esercito e la Magistratura Militare

Si è svolta ieri, al Circolo Unificato di Castelvecchio, una conferenza a favore dei Comandanti di Corpo degli Enti della Forza Armata ubicati nell’area di competenza della Procura Militare di Verona.

L’incontro, promosso dallo Stato Maggiore dell’Esercito, ha avuto lo scopo di uniformare e razionalizzare le azioni dei Comandanti di Corpo nell’esercizio delle loro funzioni di Ufficiale di Polizia Giudiziaria Militare (UPGM), di approfondire talune problematiche giuridico-legali nonché di incrementare la sinergia e la collaborazione tra gli UPGM e la Magistratura Militare Inquirente.

All’evento, presieduto dal Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, Gen. C.A. Massimo Scala, e moderato dal Capo Ufficio Generale Sicurezza dello SME, Gen. B. Massimo Iacobucci, hanno partecipato, in qualità di relatori, personaggi di elevato spicco della Magistratura Militare quali, il Procuratore Militare di Verona, Dott. Stanislao Saeli e i sostituti Procuratori Militari.

Novità dell’incontro è stata l’autorevole partecipazione del Presidente del Tribunale Militare di Verona, Dott. Vincenzo Santoro e di diversi magistrati.

I relatori hanno fornito ai Comandanti importanti precisazioni su quelle che sono le attribuzioni dell'Ufficiale di Polizia Giudiziaria Militare, una guida sugli atti che gli stessi sono tenuti a produrre nei rapporti con la Procura Militare e, soprattutto, sono state affrontate tematiche giuridico legali attuali, allo scopo di fornire loro linee guida utili nell’espletamento delle funzioni di UPGM.

condividi: