fonte: Stato Maggiore Esercito

È il Primo Luogotenente Antonino Pellegrino, proviene dalle Forze Speciali dell’Esercito, sarà stretto collaboratore e advisor del Capo di SME.

Nuova figura di riferimento rientra nel più ampio progetto di valorizzazione professionale di tutte le categorie di personale militare


Per volontà del Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Salvatore Farina, al fine di valorizzare ulteriormente la funzione e il ruolo della categoria dei Sottufficiali, è stata istituita la figura del Sottufficiale di Corpo dell'Esercito e nominato, in tale incarico, il Primo Luogotenente Antonino Pellegrino, classe 1970, origini calabresi (Seminara, in provincia di Reggio Calabria) e 31 anni di servizio da incursore nelle Forze Speciali dell'Esercito.


Il Primo Luogotenente Pellegrino ha raggiunto, questa mattina, la sede dello Stato Maggiore dell'Esercito in via venti settembre (Roma), dove è stato ricevuto dall'Ufficio Generale del Capo di SME e dove, oggi stesso, inizierà il prestigioso e importante incarico.


Il Sottufficiale ha conseguito innumerevoli esperienze nel campo operativo, sportivo e internazionale nell'ambito delle Forze Speciali dell'Esercito, della Brigata Paracadutisti "Folgore" e della NATO. Proveniente dal 66° corso A.S. della Scuola Allievi Sottufficiali, ha concluso l'iter addestrativo per Incursori Paracadutisti conseguendo, negli anni successivi, diverse qualifiche. Come Incursore scelto ha svolto diversi incarichi: Comandante di Distaccamento Operativo; S3 di Compagnia Operativa/SOTU nell'ambito della Task Force 45 in Afghanistan); atleta presso il Centro Sportivo Esercito; Assistente di Branca presso il J7 - Assessments &Evaluations della NATO Special Operations Headquarters (NSHQ) in Belgio; Sottufficiale di Branca presso l'Ufficio Addestramento e Iter OBOS del Comando delle Forze Speciali dell'Esercito (COMFOSE). Dal 1° luglio 2018 al 18 ottobre 2020 il Primo Luogotenente Pellegrino è stato Sottufficiale di Corpo del Comando Forze Speciali dell'Esercito.


Individuato e scelto sulla base di un processo di selezione che ha tenuto conto del profilo di carriera e di tutta una serie di requisiti culturali, fisici e professionali, il Primo Luogotenente Pellegrino, nel suo incarico di Sottufficiale di Corpo dell'Esercito, sarà un diretto e stretto collaboratore del Capo di SME, nei confronti del quale eserciterà funzione di advisor per questioni attinenti all'etica, alla morale, allo spirito di corpo, alla motivazione e al clima organizzativo del personale appartenente alle categorie dei Sottufficiali, dei Graduati e Militari di Truppa. In particolare: rappresenterà l'Esercito in consessi interforze o internazionali; si farà portavoce di problematiche e tematiche a carattere generale rappresentate dai Sottufficiali di Corpo dei Comandi e dell'Unità dell'Esercito; coadiuverà il Vertice della Forza Armata nelle attività di supporto al personale e alle famiglie di militari feriti, infermi o deceduti.


L'istituzione di questa nuova figura di riferimento, rientra nel più ampio progetto di valorizzazione professionale di tutte le categorie di personale militare e, in particolar modo, dei Sottufficiali, dei Graduati e dei Militari dell'Esercito, che costituiscono sempre di più elemento essenziale per l'organizzazione della vita dei reparti e per il supporto ai Comandanti e ai Vertici della Forza Armata nella loro azione di comando.


condividi: