Condividi su Linkedin

Il Comandante Militare della Capitale si è recato presso le Basi di Edolo e Colle Isarco.

L’Esercito, con le sue Basi Logistiche Addestrative, partecipa allo sforzo umanitario in favore dei cittadini afghani

​ Nei giorni scorsi, il Comandante Militare della Capitale, Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, ha visitato le Basi Logistico Addestrative di Edolo (BS) e di Colle Isarco (BZ), temporaneamente utilizzate nell’ambito dell’Operazione “AQUILA OMNIA” per l’accoglienza dei profughi afghani trasferiti in Italia, nelle settimane precedenti, da Kabul.

Il Comandante Militare della Capitale ha espresso il proprio apprezzamento per il lavoro svolto nell’accoglienza e sistemazione degli afghani attualmente ospitati presso le due strutture dell’Esercito, evidenziando che: “Il personale afghano è stato trasferito in Italia sulla base dell’articolo 10 della Costituzione, per l’inserimento nel programma Sistema Accoglienza Integrazione a cura del Ministero dell’Interno e pertanto sarà applicato quanto previsto dalla legislazione vigente in materia, una volta espletati presso le strutture della difesa gli obblighi di prevenzione della diffusione del Covid 19”.

Il Generale Castellano ha altresì incontrato il Sindaco di Edolo, Dottor Luca Masneri, e il primo cittadino di Colle Isarco, Signor Martin Alber e ha espresso loro la riconoscenza per la vicinanza e il costante supporto al personale militare delle Basi. Nel corso della visita istituzionale, il Comandante Militare della Capitale si è intrattenuto anche con il personale della Protezione Civile e con i mediatori culturali, con i quali si è complimentato per la sinergia posta in essere nel corso delle molteplici attività svolte.

Il personale in servizio presso le Basi Logistico-Addestrative di Edolo e Colle Isarco sta partecipando allo sforzo umanitario in favore dei cittadini afghani in difficoltà, unitamente alle altre basi dell’Esercito di stanza a Riva del Garda (TN), Roccaraso (AQ) Sanremo (IM) e Camigliatello Silano (CS), tutte dipendenti dal Comando Militare della Capitale, e in sinergia con le altre Forze Armate, Forze di Polizia, Protezione Civile e assetti di altri Dicasteri. Tutte le attività si sono svolte nel pieno rispetto delle normative per il contenimento dell’epidemia da CoVid-19.

condividi: