fonte: SME PIC

Nei luoghi dell’Italia centrale colpiti dal terremoto gli uomini e le donne dell’Esercito al lavoro per la rimozione delle macerie.

Il Generale Farina nei comuni colpiti dal sisma del 2016

Il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Salvatore Farina, si è recato in visita nei comuni del Centro Italia colpiti dal sisma del 2016 per incontrare gli uomini e le donne dell'Esercito impegnati nella demolizione degli edifici, rimozione delle macerie, sicurezza e supporto alle popolazioni residenti.

  

Accompagnato dal Comandante del Genio, Generale di Brigata Francesco Bindi, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha osservato da vicino le attività nei comuni di Arquata del Tronto, Accumoli e Campotosto. Rivolgendosi ai militari del Genio dell’Operazione “Sabina 2” e ai soldati dell’Operazione “Strade Sicure” ha sottolineato l’importanza del ruolo dell’Esercito in questi territori, evidenziando come la cooperazione con le altre istituzioni dello Stato, nella gestione delle emergenze, costituisca un valore aggiunto indispensabile.


Incontrando i sindaci dei comuni di Arquata del Tronto, Accumoli, Visso, Montegallo, Amatrice e Campotosto, il Generale Farina ha ribadito l’impegno della Forza Armata a sostenere le istituzioni locali e la popolazione residente nel cratere sismico, esprimendo il proprio orgoglio per gli uomini e le donne dell’Esercito che stanno operando con estrema professionalità e sempre animati da un forte senso del dovere.


Parole di apprezzamento per il lavoro svolto sono state anche espresse dagli stessi sindaci, che a nome di tutti i cittadini hanno voluto manifestare con la loro presenza, ancora una volta gratitudine agli uomini e alle donne dell’Esercito, protagonisti di un’opera silente, efficace e preziosa.




condividi: