Condividi su Linkedin

Il Generale Errico inaugura la mostra sul Corpo Militare della Croce Rossa Italiana nella Grande Guerra

Inaugurata la Mostra sul Corpo Militare della Croce Rossa Italiana

​​​​​Questa sera, il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito Generale di Corpo d'Armata Danilo Errico ha inaugurato al Museo Storico della Fanteria di Roma la m​​ostra dedicata al Corpo Militare della Croce Rossa Italiana.

All'evento erano presenti l'Ispettore Nazionale del Corpo, Maggior Generale Gabriele Lupini, l'Ispettrice Nazionale del Corpo delle Infermiere Volontarie della CRI, Monica Dialuce Gambino, il Tenente Generale Francesco Castrataro, Capo Dipartimento delle Infrastrutture dello Stato Maggiore Esercito, il Comandante Militare della Capitale in sede vacante,  Generale di Divisione Agostino Biancafarina e altre autorità militari e civili.

Dopo la presentazione dell'iniziativa curata dal Generale di Divisione Giuseppenicola Tota e dal Maggior Generale Gabriele Lupini, il Generale Errico ha rivolto un breve indirizzo di saluto a tutti i presenti ricordando che "L'umanità, l'imparzialità e l'universalità accomunano l'Esercito al Corpo Militare della Croce Rossa Italiana". Il Capo di SME ha poi aperto ufficialmente la mostra con il taglio del nastro, effettuato insieme all'Ispettore Nazionale del Corpo, e la successiva visita alle sale espositive.

L'esposizione, allestita al piano terra del Museo sito in Piazza Santa Croce in Gerusalemme, raccoglie il materiale e i cimeli provenienti dalla collezione storica del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, custodita a Firenze. La mostra rappresenta un percorso che ripropone l'immensa opera di soccorso svolta dalla Croce Rossa Italiana dal maggio 1915 a tutto il 1919.

Il Museo Storico della Fanteria è aperto al pubblico:

- da martedì a venerdì dalle 09:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19:00;

- sabato e ultima domenica del mese dalle 09:30 alle 12:30, lunedì chiusura settimanale.

Negli stessi orari di apertura è possibile visitare anche la Mostra sulla Grande Guerra intitolata "Bollettino 1268. Il Confine di carta". L'ingresso è completamente gratuito.

condividi: