fonte: Stato maggiore Esercito

Condividi su Linkedin

Prosegue la visita del Generale Farina ai reparti.

Il forte impegno dell’Esercito con al centro l’uomo

La visita è iniziata presso la Caserma “Agostino Ciarpaglini” di Budrio (BO) sede del 6° Reggimento Logistico di Supporto Generale, dove il Generale Farina ha espresso parole di apprezzamento a tutto il personale per il lavoro finora svolto e le capacità di effettuare trasporti ad alta intensità e tecnologia, di monitorare i movimenti e gestire le attività connesse con i transiti di personale, mezzi e materiali delle unità militari in partenza o in arrivo dalle Operazioni Fuori Area presso porti, aeroporti e stazioni ferroviarie  del centro Italia. 


Nella stessa giornata, si è recato presso il Comando della Brigata Aeromobile “Friuli” in Bologna dove, accolto dal Comandante della Brigata, Generale di Brigata Salvatore Annigliato, ha incontrato il Prefetto della città, la Dott.ssa Patrizia Impresa e il Sindaco Dott. Virginio Merola. Al centro dei colloqui, la costante sinergia d’intenti tra l’Esercito e le Istituzioni locali nella ricerca della migliore integrazione possibile sul territorio. 


Il Capo di SME, nell’incontro con le donne e gli uomini della Brigata Aeromobile ha sottolineato lo straordinario spirito di sacrificio e senso di responsabilità dimostrato anche recentemente in terra afgana ed ha augurato loro le migliori fortune in vista degli impegni futuri.


Il giorno seguente, la visita è proseguita al 121° Artiglieria Controaerei “Ravenna”, reggimento in continua evoluzione con l'acquisizione di materiali sempre più sofisticati ed efficienti e tecnologie, dove il capo di SME ha posto l’attenzione sulle future sfide che attendono l’artiglieria controaerei, come lo sviluppo della capacità anti-drone e la prossima riconfigurazione del reparto, con la soppressione del dipendente 2° gruppo di stanza a Rimini. 


L’Autorità di Vertice della Forza Armata si è poi recata al Multinational CIMIC Group in Motta di Livenza (TV), dove ha incontrato tutto il personale civile e militare, italiano e straniero proveniente da Grecia, Romania, Slovenia, Ungheria e Portogallo. Il Generale Farina ha espresso la piena soddisfazione per la professionalità e la competenza dimostrata attraverso le peculiari attività svolte quotidianamente dal personale del Multinational CIMIC Group, non solo in ambito italiano ma anche in ambito NATO. 


Il Capo di SME, si è poi recato al 7° Reggimento Trasmissioni di stanza a Sacile (PN), unità di supporto alla manovra del Comando Trasmissioni, dove, dopo aver reso omaggio alla Bandiera di Guerra, ha assistito alla dimostrazione della capacità “Radio Liaison Detachment” su piattaforma VTLM Lince, assetti unici dell’Esercito grazie ai quali il 7° trasmissioni assicura per tutto l’anno 2019 una task force C4 in prontezza. 


Il Generale Farina, nel rivolgere un indirizzo di saluto al personale civile e militare incontrato nei due giorni di visita, ha voluto fortemente sottolineare come l’Esercito si sia distinto sempre in tante attività operative sia in Patria sia all’estero, nonché in quelle addestrative ed esercitative nazionali ed internazionali e quanto grande sia l’impegno nel garantire al personale infrastrutture più moderne, sicure e razionali per la vita del soldato, e nel forte convincimento, peraltro, di perseguire la realizzazione del sistema “soldato sicuro”, con al centro l’uomo.


condividi: