fonte: COMFOTER COE

Due settimane di attività al fianco delle Forze Speciali dell’Esercito.

Testate le procedure con i reparti delle Forze Speciali dell’Esercito

E’ appena terminata la “Circe 2019”, annuale appuntamento addestrativo degli specialisti del 28° Reggimento per le Comunicazioni Operative “Pavia” di Pesaro.


L’esercitazione ha conseguito due fondamentali obiettivi tra cui la verifica del livello di addestramento raggiunto dal personale approntato per i futuri scenari operativi esteri e il coordinamento delle procedure in uso tra i reggimenti inquadrati nel Comando per le Forze Speciali dell’Esercito.


Quest’ultimo obiettivo è risultato particolarmente stimolante data la specificità delle unità impiegate e ha richiesto l’integrazione tra le capacità cinetiche, peculiari delle Forze Speciali, e le comunicazioni operative espresse dal “Pavia”, mirate all’acquisizione a al mantenimento del consenso delle comunità presenti nelle aree di intervento.


Un ponte comunicativo trasparente ed efficace che, grazie alle moderne tecnologie in uso, permette agli assetti del “28°” di comunicare con le realtà sociali nelle aree di operazione grazie alla diffusione di volantini, posters, spot TV, messaggi radio e prodotti web.


Tale forma di comunicazione non sarebbe possibile senza l’apporto fondamentale della componente umana cui sono devoluti, senza soluzione di continuità, lo studio, l’analisi e la comprensione dello scenario socio-antropologico nel quale la missione si sviluppa. Il momento addestrativo ha rappresentato un’eccellente occasione di sperimentazione e verifica nella quale ogni capacità ha potuto esprimere ai massimi livelli le proprie potenzialità.




condividi: