fonte: COMFOP Sud

L'unità di Artiglieria della Brigata "Aosta" si addestra a con i sistemi di simulazione.

Il peloritani in addestramento

​Si è conclusa nei giorni scorsi, con l’esercitazione di Posto Comando (EPC), l’attività addestrativa “Centauro 2/2019” condotta dal 24° Reggimento Artiglieria “Peloritani” della Brigata “Aosta” nell’area di Torre Veneri (LE).

L’addestramento, finalizzato all’approntamento di un’unità organica di livello compagnia, si è svolto con l’ausilio dei sistemi di simulazione SIAT (Sistemi Integrati per l’Addestramento Terrestre) coordinati dalla centrale operativa del Centro Addestrativo Tattico (CAT). Le attività hanno previsto e simulato potenziali situazioni operative, quali reazioni ad imboscate, procedure di primo soccorso, controllo della folla ed evacuazione di personale civile (Non-Combatant Evacuation Operation – NEO).

L’esercitazione, è stata condotta congiuntamente ad un plotone del 31° Reggimento Carri che ha agito quale forza avversaria (OPFOR – Opposing Forces). Gli Artiglieri del 24°, attraverso i sistemi di simulazione, hanno potuto addestrarsi in maniera mirata e attagliata alle situazioni operative proprie dei teatri operativi in cui l’Esercito è impiegato e, in particolare, hanno avuto la possibilità di testare le procedure tecnico-tattiche da adottare, l’impiego dei moderni sistemi di Comando e Controllo ed il coordinamento tra le Unità schierate sul campo.

Il Comandante della Divisione “Acqui”, il Generale di Divisione Fabio Polli, si è recato in visita all'unità potendo constare il livello raggiunto dal personale impegnato nell'esercitazione.

condividi: