fonte: COMFORDOT

L'ADMO Campania incontra i Volontari dell'Esercito Italiano.

Iniziativa benefica per la donazione del midollo osseo: 170 nuovi donatori

​Nella giornata di ieri, presso la Caserma "Oreste Salomone" sede del 17° Reggimento Addestramento Volontari (RAV) "Acqui", i volontari in ferma prefissata di un anno (VFP-1) del terzo blocco 2018 hanno incontrato il dottore Franco Michele, Presidente dell’Associazione Donatori Midollo Osseo (ADMO) Campania, con lo scopo di sensibilizzare i giovani alla donazione volontaria del midollo osseo per combattere molte malattie del sangue come leucemie, linfomi e mielomi.

Di fronte ad una numerosa platea di giovani soldati, il dottor Franco ha illustrato le modalità di iscrizione all’Associazione e come avviene la donazione qualora una persona su 100.000 sia compatibile con chi è in attesa di un trapianto di midollo osseo. “Sarete chiamati a dare un’altra speranza di vita a chi è in attesa di riceverla”, ha sottolineato il dottor Franco, rivolgendosi ai nuovi volontari dell’Esercito Italiano.

Il colonello Giuseppe Zizzari, comandante del 17° RAV, ringraziando l’ADMO Campania per aver incontrato ed informato una platea così ampia di personale, ha voluto responsabilizzare i giovani soldati in una “scelta consapevole” che potrebbe, in futuro, trasformarsi in un gesto straordinario di generosità per la salvaguardia del bene della collettività e del Paese.

L’iniziativa benefica, oramai consuetudine per il 17° RAV, dimostra come il personale dell’Esercito Italiano, oltre che soldati impegnati nelle attività istituzionali, siano cittadini altruisti e sensibili nell’aiutare quanti siano bisognosi di cure. Al termine della conferenza informativa, sono stati raccolti 170 campioni di saliva dal quale ricavare il profilo donatore ed entrare nel Registro Italiano Donatori Midollo Osseo.

condividi: