fonte: COMFOPNORD

I carristi dell’Ariete si addestrano sul circuito della “Comina”.

Simulazione al combattimento per i carri Ariete

Si è conclusa, nei giorni scorsi, un’intensa fase addestrativa per la specialità “carristi” della Brigata “Ariete”, che ha visto impegnati, per una intera settimana, militari del 132° Reggimento carri di Cordenons  e del 32° Reggimento carri di Tauriano.


Utilizzando il circuito allestito presso il Centro Polifunzionale “La Comina”, gli equipaggi carri hanno in un primo momento potuto testare la propria abilità di pilotaggio su terreno vario, superando ostacoli con diversi gradi di difficoltà.


Successivamente, mediante l’impiego del sistema di simulazione di tiro BT – 46, hanno condotto un’attività a partiti contrapposti, focalizzando l’attenzione sull’amalgama dei quattro componenti dell’equipaggio del Carro Armato C1 “Ariete” e sulla loro capacità di coordinare movimento, rapidità e precisione di tiro.


Il tutto è stato contestualizzato all’interno di un microscenario tattico, convertendo gli ostacoli che caratterizzano il circuito in possibili appigli tattici dai quali poter effettuare il tiro, sfruttando protezione e copertura offerti dagli stessi.

  

Il Comandante della 132^ Brigata corazzata “Ariete”, Generale di Brigata Enrico Barduani, nell’esprimere, al termine, il proprio apprezzamento per il buon risultato addestrativo conseguito, ha sottolineato l’importanza di queste esercitazioni, indicando come “l’addestramento costante e finalizzato all’obiettivo sia fondamentale per la formazione professionale del militare e determinante per il buon esito di qualsiasi operazione”. 




condividi: