fonte: COMFOP Nord

Al Comando Militare Esercito “Marche” si ripercorre il viaggio intenso degli accadimenti del 1918.

Il Generale Coltrinari, appassionato di storia militare, descrive le vicende del grande conflitto

​In occasione delle commemorazioni del “Centenario della Grande Guerra”, il 24 ottobre si è svolta ad Ancona, presso la caserma “Falcinelli”, la conferenza sul tema "Il Valore dei soldati marchigiani – Figure e profili di decorati – La memoria 1918-2018”.


L'evento, realizzato dal Comando Militare Esercito “Marche”, oltre a voler celebrare l'importante ricorrenza, ha inteso collocare i fatti del Primo Conflitto Mondiale in una prospettiva regionale. A fare gli onori di casa, il colonnello Ascenzo Tocci, comandante del CME “Marche”, il quale si è avvalso della preziosa partecipazione, nella veste di relatore del Maggior Generale Massimo Coltrinari, storico e docente presso il Centro Alti Studi per la Difesa e l’Università “La Sapienza” di Roma, ed autore di numerosi saggi ed articoli sui temi delle vicende che hanno contribuito a formare ed unire la nostra nazione.


Coltrinari ha articolato il proprio percorso narrativo partendo dalla battaglia del Solstizio, passando per l’offensiva di Vittorio Veneto, sino all’Armistizio di Villa Giusti, soffermandosi ad analizzare il sacrificio del soldato italiano con riferimento, in particolare, a quello marchigiano e con l’obiettivo, tra l’altro, di celebrare il valore di alcuni decorati della Grande Guerra. L’incontro culturale ha visto la presenza, oltre delle principali istituzioni civili e militari della regione, di rappresentanti del mondo della cultura e di Associazioni Combattentistiche e d’Arma locali.

condividi: