36 podi per gli atleti dell'Esercito alla 18^ edizione dei Giochi del Mediterraneo.

18^ edizione dei Giochi del Mediterraneo 2018

Si è appena conclusa in Spagna, la 18^ edizione dei Giochi del Mediterraneo, la rassegna multisportiva dei Paesi che si affacciano sul Mare Nostrum che, anche quest'anno, ha visto l'Italia al vertice del medagliere, con un bottino di 156 medaglie, di cui 56 ori, 55 argenti e 45 bronzi.

 

La delegazione azzurra comprendeva 42 atleti del Centro Sportivo Olimpico dell'Esercito che hanno fornito un importantissimo contributo al successo finale, conquistando 36 podi in varie specialità. Le prime affermazioni sono arrivate dal nuoto con 11 ori, 2 argenti e 2 bronzi.

 

Merita una menzione particolare il Caporale Maggiore Erika Ferraioli che ha vinto 3 ori, il primo dei quali nella specialità regina, i 100 m. stile libero (sl), con il tempo di 54"91, e gli altri nella staffetta 4x100 m. misti e nei 4x100 m. sl.  Medaglie d'oro anche per il 1° Caporale Maggiore Simone Sabbioni, nei 50 m. dorso e per il Caporale Maggiore Piero Codia nei 50 m. farfalla.

 

Si confermano e conquistano il podio anche il Caporale Maggiore Scelto Fabio Scozzoli (2 ori nei 100 m. e nei 50 m. rana e record dei Giochi), il  Caporale Maggiore Scelto Federico Turrini (oro nei 400 m. misti) e  il Caporale Maggiore Scelto Laura Letrari (2 ori nei 4x200 m. sl e nei 4x 100 m. sl).

 

Passiamo agli sport di combattimento; anche in questo ambito i nostri atleti hanno ottenuto un bottino davvero ragguardevole, consistente in 4 ori, 3 argenti e 3 bronzi.

 

Nella lotta, il Caporale Magg. Frank Chamizo continua il suo percorso sensazionale e senza rivali anche nella nuova categoria dei 74 kg dove ottiene l'oro, dopo aver già conquistato nel suo palmares due ori mondiali, due ori europei e un bronzo olimpico.

Si conferma ai massimi livelli la giovane Caporale Magg. Silvia Semeraro con l'oro nel Karate -68 kg. E ancora un altro oro nel judo con il Caporale Maggiore Manuel Lombardo 66 kg. Un ottimo risultato nel pugilato viene ottenuto dal Caporale Magg. Raffaele Di Serio, ultima medaglia d'oro (56 kg. ) conquistata nell'ultimo giorno di competizione.

 

Nella ginnastica artistica, il Caporale Maggiore Lara Mori, dopo il successo a squadre con l'Italia, ha dominato il concorso generale individuale, conquistando la seconda e la terza medaglia d'oro nell'importante rassegna in terra spagnola.

 

Primo prestigioso successo internazionale per Mori, che dopo aver conquistato il titolo italiano dello scorso anno, ha dimostrato un'ottima condizione di forma conquistando tre ori ai Giochi del Mediterraneo.

 

Continuano i successi dei nostri atleti impegnati nella scherma. Risuona l'inno di Mameli sulla pedana spagnola. Il 1° Caporale Maggiore Roberta Marzani, ha vinto l'oro, conquistato nella gara individuale di spada. La Marzani è rimasta lucida negli assalti finali, riuscendo a trovare una serie perfetta di stoccate e andando così a prendersi una magnifica medaglia d'oro.

 

Nell'atletica leggera, una bella prova per l'Italia e per l'Esercito, dove, nell'ultima giornata dei Giochi del Mediterraneo, vengono conquistate una serie di medaglie in una serata davvero esaltante.

 

In particolare, la staffetta 4x400m femminile non ha deluso le aspettative e ha confermato i favori del pronostico con un risultato stellare. Spettacolare l'ultima frazione di Libania Grenot che ha guidato le compagne di squadra, Ayomide Folorunso, il Caporale Maggiore Maria Benedicta Chigbolu e il Caporale Maggiore Raphaela Lukudo, verso il successo davanti a Francia e Spagna.

 

È stata un'ottima prova in vista dei prossimi appuntamenti internazionali, in cui i nostri atleti si batteranno per ottenere le qualificazioni per i prossimi giochi olimpici di Tokyo 2020.


condividi: