fonte: COMFORDOT

I nuovi soldati dell’Esercito Italiano giurano fedeltà alla Repubblica.

Il 4° blocco 2019 giura all'85° reggimento

​ Si è svolta oggi, presso la caserma “Duca”, sede dell’85° Reggimento Addestramento Volontari “Verona”, il giuramento di 43 Volontari in Ferma Prefissata di un anno (VFP1).

Alla presenza della Bandiera di Guerra del Reggimento, gli uomini e le donne del 4° blocco 2019 hanno suggellato l’ingresso nelle fila della Forza Armata, con la tradizionale formula del “Lo Giuro!”.

La cerimonia, presieduta dal Comandante della Scuola di Fanteria, Generale di Brigata Roberto Viglietta, ha visto la presenza di alcune autorità politiche e religiose e di una rappresentanza di militari effettivi all’85° RAV.

L’Ufficiale Generale rivolgendosi ai giurandi, ha sottolineato come “La vita militare vi metterà di fronte difficoltà, rischi, rinunce ma anche soddisfazioni, emozioni e amicizie che, proprio perché plasmati nelle difficoltà, saranno speciali.

La fratellanza in armi, che matura nella grande famiglia militare, rende la nostra professione unica e anche coloro che decideranno in futuro di svestire l’uniforme ne rimarranno comunque parte. Quindi, tanto vi sarà chiesto in futuro ma tanto avrete in cambio.”

A latere del giuramento, la cerimonia di avvicendamento al comando dell’85° Reggimento Addestramento Volontari “Verona” tra il cedente, Colonnello Gianluca Ficca e il subentrante Colonnello Christian Ingala.

L’evento, condotto nel pieno rispetto delle norme vigenti per il contrasto e contenimento da COVID 19, è stato trasmesso in diretta streaming, per consentire a parenti e amici di condividere questo importante momento del loro percorso militare.

condividi: