fonte: SME

Concluso il 73° anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana.

Noi ci siamo Sempre! Di più Insieme!

​In occasione del 73° anniversario della Festa Nazionale della Repubblica Italiana, si è svolta la tradizionale rivista che ne celebra la proclamazione.

Le celebrazioni hanno avuto inizio con l’arrivo del Capo dello Stato all’Altare della Patria che, alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, del Presidente del Senato Sen. Maria Elisabetta Alberti Casellati, del Presidente della Camera On. Roberto Fico, del Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Enzo Vecciarelli e del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, ha reso omaggio al Milite Ignoto. All’evento hanno partecipato anche gli altri Capi di Forza Armata e numerose autorità civili e militari.

L’attenzione si è poi concentrata lungo Via dei Fori Imperiali dove, con la tradizionale rivista a cui hanno partecipato circa 3500 militari e civili, articolati in sette settori, le Forze Armate, i Corpi armati e non dello Stato ed i Corpi militari e ausiliari dello Stato hanno reso omaggio alla Repubblica Italiana ed al suo Presidente.

Questo appuntamento ha rappresentato, ancora una volta, l'occasione per rinnovare e rafforzare l'osmosi e la sinergia tra Istituzioni e territorio, Forze Armate e cittadinanza, generazioni di ieri, di oggi e di domani che, con il loro operare, mettono a servizio del Paese e della collettività le loro capacità.

A testimonianza dell’impegno diuturno degli oltre 10000 militari che operano sia in Patria che all’estero, l’Esercito ha partecipato alla rivista con circa 1000 soldati. Uomini e donne in uniforme, di ogni età e grado, hanno marciato dinanzi al palco delle autorità rendendo omaggio al Presidente della Repubblica ed a tutte le autorità civili e militari presenti.

Importante, inoltre, il contributo fornito dal personale in forza al  Centro di Eccellenza C-M/M APR e all’Artiglieria Controaerei di Sabaudia che, per la sicurezza dell'evento, hanno impiegato i sistemi di contrasto alla minaccia portata da mini e micro aeromobili a pilotaggio remoto.


In rappresentanza di tutti i militari dell’intera Forza Armata, hanno preso parte alla rivista due compagnie, composte rispettivamente dagli allievi della Scuola Militare “Nunziatella” di Napoli e dai cadetti dell’ Accademia Militare di Modena, reparti del 185° Reggimento Artiglieria “Folgore", del 1° Reggimento "Granatieri di Sardegna", del Reggimento "Lancieri di Montebello" (8), del 9° Reggimento Incursori "Col Moschin" e del 9° Reggimento Alpini.

Ad accompagnare i reparti durante le celebrazioni è stato il suono della Banda dell'Esercito, della Brigata "Sassari", della Brigata "Granatieri", della Brigata "Julia" e dell’8° Reggimento Bersaglieri che, accompagnato dalle note della sua Fanfara ha chiuso, con una compagnia di suoi fanti piumati, la parata al tradizionale “passo di corsa”.

condividi: