Il 2° Battaglione Granatieri “Cengio” di Spoleto impiegato in una esercitazione di orienteering e attacco speditivo di plotone contro postazione nemica.

Momento addestrativo per i nuovi Ufficiali di prevista assegnazione al reggimento

​Dal 13 al 16 luglio 2020, presso la Caserma “Garibaldi” e l’area addestrativa di San Martino in Trignano (PG), si è svolta l’esercitazione “Tenacity 2020”, organizzata dal 2° Battaglione Granatieri “Cengio” di Spoleto a favore degli Ufficiali tirocinanti del 197° Corso “Tenacia”, effettivi al Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione di Torino, di prossima assegnazione al 1° Reggimento “Granatieri di Sardegna” e al citato 2° Battaglione.


L’attività, svolta nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti in materia anti COVID-19, ha previsto un orienteering su itinerari diversi con una serie di attivazioni (trattamento del ferito e primo soccorso, esercizi topografici, prove con sistemi di simulazione) propedeutiche alla successiva esecuzione di un compito tattico – attacco speditivo di plotone contro postazione nemica – organizzato come Field Training Exercise (FTX) a partiti contrapposti (Force on Force) con l’impiego del sistema di simulazione di duello laser “MILES”.


L’esercitazione si è prefissata lo scopo per i giovani Tenenti, di esercitare i primi rudimenti del Comando e del processo decisionale nei confronti di un’aliquota di personale del battaglione nel pianificare, organizzare e condurre un’attività a livello pattuglia in un contesto “sicuro” ma soggetto a continue attivazioni.


Per il 2° Battaglione Granatieri “Cengio”, è stata l’occasione per un “back to basics”, ossia il ritorno allo studio della dottrina tipica della fanteria e la sua successiva applicazione sul terreno, dopo un periodo di interruzione dovuto alle limitazioni imposte dalle misure di contenimento anti COVID-19.


condividi: