I dimonios della Task Force “Praesidium”, in missione in Iraq, hanno supportato la popolazione locale con una donazione di materiali e apparecchiature mediche in favore della clinica di Mosul Dam.

Militari dell’Esercito Italiano garantiscono generi e servizi di prima necessità alla clinica di Mosul

La Task Force Praesidium, su base 151° Reggimento Fanteria "SASSARI", continua a supportare la popolazione locale attraverso la donazione di un ecografo, un monitor multi parametrico per il controllo delle funzioni vitali e tre defibrillatori alla clinica di Mosul Dam, diretta dal Dr. Muhamad Saleh Abdulqadr.

 

Alla donazione è seguita una fase di dimostrazione pratica dell'impiego dell'ecografo, a cura del team medico dell'Esercito Italiano. La donazione odierna, resa possibile grazie all'intervento delle onlus Associazione per l'Assistenza Spirituale alle Forze Armate (PASFA) e del Centro Italiano Femminile (CIF) di Cagliari, si inserisce in un contesto più ampio di attività di stabilizzazione volte a garantire i generi ed i servizi di prima necessità alla popolazione locale e di supporto e collaborazione con le autorità locali svolte, con successo e particolare apprezzamento delle autorità locali e della Coalizione anti Daesh,  dai dimonios del 151° Reggimento.

 

Nel contesto di queste attività di stabilizzazione, la Task Force Praesidium ha effettuato con i propri assetti medici circa 350 visite in favore di donne, bambini e uomini della comunità di Mosul Dam, in virtù delle quali è emersa la necessità di disporre di strumenti medici specialistici – oggetto della donazione odierna – per poter effettuare diagnosi più approfondite.

 

Inoltre, sempre nell'ambito della cooperazione con le autorità locali, la Praesidium ha lanciato la prima collaborazione di natura medico-scientifica attraverso l'organizzazione di due simposi, il primo sulla calcolosi renale in climi torridi e il secondo sulla prevenzione, trattamento e cura delle infezioni alimentari.

 

Tali attività hanno consentito la crescita e lo sviluppo di una proficua sinergia, oltre che di un rapporto di stima e fiducia, tra i medici italiani e i medici della comunità scientifica locale. Non da ultimo, il concorso degli assetti veterinari della Task Force con attività di disinfestazioni anti serpenti e ragni, visite cliniche in favore delle unità K9 delle forze di controterrorismo irachene (Counter Terrorism Service) e il contrasto al randagismo, fenomeno molto diffuso nell'area. All'evento odierno – presieduto dal Comandante della Task Force "Praesidium", Colonnello Maurizio Settesoldi e dal direttore della Clinica di Mosul Dam, Dr. Muhanad Saleh Abdulqadr – sono intervenute le massime autorità presenti nell'area di operazione dei militari dell'Esercito Italiano, tra cui il Vice Comandante del Reggimento Counter Terrorism Service, Maggiore Haider, il Comandante della Polizia Irachena, Colonnello Ibrahim Mohamed, il Comandante del National Security Service, Capitano Wissam e il muktar del villaggio di Mosul Dam, Mr. Hasan Naif.

 

La Task Force "Praesidium" è preposta alla protezione della diga di Mosul in coordinamento con le forze di sicurezza locali, quali Counter Terrorism Service, National Security Service e Iraqi Police. Oltre ad assicurare la difesa della diga, sito di interesse strategico per l'Iraq, la Task Force "Praesidium" garantisce la sicurezza del personale militare e civile di USACE e delle maestranze della ditta Trevi impegnate nei lavori di risanamento dell'infrastruttura.

 


condividi: