fonte: KFOR

Donate attrezzature per la creazione di un laboratorio multimediale, nel quadro delle attività CIMIC dei militari italiani dell'Esercito in missione in Kosovo.

Il CIMIC italiano a sostegno delle diverse etnie che vivono in Kosovo

​Nei giorni scorsi i militari italiani del Regional Command West (RC-W), Comando multinazionale della missione in Kosovo hanno effettuato una donazione di computer portatili e un proiettore video per la realizzazione di un laboratorio multimediale. L'attività è stata realizzata nel quadro delle attività CIMIC (Civil Military Cooperation) svolte dal contingente italiano.

Il materiale, consegnato all'istituto Ibrahim Mazreku, nel comune a maggioranza albanese di Malishevo, permetterà agli 820 alunni di frequentare dei corsi di informatica, sviluppando le conoscenze necessarie per l’impiego dei moderni dispositivi che saranno anche utilizzati per l’apprendimento delle lingue straniere. La scorsa settimana sono state effettuate altre due donazioni che hanno visto i soldati italiani consegnare quattordici biciclette in favore della piccola comunità serba di Velika Hoca e sei apparati radio ai Vigili del Fuoco del comune di Istok, questi ultimi di etnia bosniaca.

I progetti realizzati dal contingente italiano sostengono le diverse etnie che vivono in Kosovo, molti dei quali sono rivolti alle giovani generazioni e incentrati sul principio della pubblica utilità. I militari italiani del RC-W, impiegati nella missione KFOR a guida NATO, la cui componente italiana è costituita da soldati del 24° Reggimento Peloritani della Brigata Aosta, oltre ad operare quotidianamente per il controllo del territorio, a garanzia della sicurezza e della stabilità dell’area, supportano con le donazioni le piccole realtà locali.

condividi: