fonte: COMFOP Sud

Condividi su Linkedin

Apre a Palermo il Polo informativo, espositivo e culturale dell’Esercito.

Un evento di grande impatto mediatico che ha animato il vivo interesse della cittadinanza

​ Nei giorni scorsi, l’Esercito Italiano ha inaugurato a Palermo il primo luogo d’incontro permanente tra militari e cittadinanza, una struttura che accoglie un punto informazioni finalizzato alla promozione delle opportunità professionali e formative disponibili in Forza Armata a favore dei giovani siciliani e varie sale espositive e polifunzionali aperte al pubblico all’interno della Caserma Ruggero Settimo.

Un avvenimento importante culturalmente e socialmente, reso ancor più significativo dall’interesse rappresentato dalle numerose autorità istituzionali che vi hanno partecipato o che hanno voluto esprimere la propria vicinanza al progetto.

Presenti, oltre alle principali cariche regionali, il Procuratore Generale militare presso la Corte Suprema di Cassazione, Maurizio Block, e l’Ispettrice Nazionale del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana, sorella Emilia Scarcella. In collegamento con dei videomessaggi da remoto, hanno partecipato il Sottosegretario di Stato alla Difesa, On. Giorgio Mulè, il Presidente della Commissione Difesa della Camera, On. Gianluca Rizzo, il Generale Francesco Paolo Figliuolo, Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 ed il Senatore canadese Tony Loffreda.

L’evento, moderato da Elvira Terranova, giornalista di AdnKronos, allietato dagli interventi musicali del Maestro Dario Adamo, tenore, accompagnato al piano da Lavinia Taormina e dalla fanfara dei bersaglieri in congedo, racconta brevemente gli sforzi compiuti dalla Forza Armata sull’isola in termini di valorizzazione del patrimonio di cui dispone, di guida allo studio della storia soprattutto nei confronti delle giovani generazioni e di attenzione alle tante criticità presenti sul territorio.

Nel corso della manifestazione, il Comandante militare dell’Esercito in Sicilia, Generale di Divisione Maurizio Angelo Scardino, ha raccontato la genesi dell’iniziativa e le motivazioni sociali e culturali che ne sono alla base: “L’Esercito Italiano ha cambiato volto in questi primi decenni del XXI secolo e oggi, con determinazione e professionalità, si presenta quale Istituzione impegnata a 360 gradi sul territorio nazionale e nelle missioni internazionali per la gente e tra la gente.

Con tali sentimenti, l’Esercito Italiano, sempre impegnato nelle proprie competenze istituzionali, è profondamente radicato sul territorio, nel quale si conferma operatore di sicurezza e strumento di utilità sociale, si propone quale protagonista e depositario delle esperienze più significative della storia d’Italia, dal Risorgimento ad oggi, desideroso di condividerle con le nuove generazioni ed è consapevole e dinamico custode di un patrimonio architettonico, storico e culturale, da valorizzare e rendere fruibile al grande pubblico.

Il Polo informativo, espositivo e culturale dell’Esercito a Palermo si pone quale punto d’incontro delle sfide in campo.”

Il Polo Informativo, Espositivo e Culturale dell'Esercito a Palermo, realizzato dal Comando Militare dell’Esercito in Sicilia in sinergia con le maggiori istituzioni locali, offre, all’interno di un’antica sede di epoca medievale ricca di affreschi cinquecenteschi e secenteschi, un infopoint che opera sia in presenza sia da remoto, per il reclutamento, per le opportunità post-servizio militare e per l’accesso ai servizi al pubblico (certificati relativi al servizio militare prestato); sale espositive che raccolgono cimeli militari dal Risorgimento alle due guerre mondiali; sale espositive pronte ad accogliere mostre temporanee; sale polifunzionali per congressi, incontri, dibattiti, rappresentazioni teatrali o concerti, disponibili e aperte anche a fruitori esterni. La preziosa struttura verrà aperta in maniera continuativa a partire dal mese di settembre.

condividi: