fonte: COMFOTER di SPT

I militari del 7° Reggimento Trasmissioni di Sacile hanno donato, in modo spontaneo, il sangue in collaborazione con l'Avis locale e la sezione di Udine.

Donazioni di sangue in calo, richieste in aumento: il 7° Reggimento dà l'esempio

Uomini e donne del 7° Reggimento Trasmissioni hanno donato il proprio sangue in forma collettiva grazie ad una emoteca mobile allestita all'interno della Caserma "Slataper" da parte dell'associazione AVIS di Udine.

 

L'importate iniziativa benefica, coordinata dalla Sezione AVIS di Sacile, è divenuta oramai una consuetudine per il 7° Reggimento Trasmissioni, il 13 marzo vi era già stata una prima donazione, tesa a consolidare ancora di più il rapporto tra Esercito e organizzazioni a livello locale.

 

La raccolta in questione ha visto la partecipazione di circa 20 militari, che con il loro gesto di solidarietà contribuiranno a salvaguardare la salute dei concittadini e di aiutare quanti sono bisognosi di cure, dimostrando ancora una volta la sensibilità e l'altruismo del personale dell'Esercito che, oltre all'impegno nei compiti istituzionali, si spende in prima persona, anche nella veste di semplici cittadini, per la salvaguardia del bene della collettività.

 

Al termine della giornata sono stati raccolti circa 10 litri di sangue ed emoderivati; l'obiettivo congiunto è quello di raggiungere il traguardo di 150 sacche di sangue raccolte in un anno.


condividi: