fonte: COMFOTER di Supporto

Le operazioni di sanificazione hanno avuto inizio dal Duomo  e proseguiranno nelle altre parrocchie storiche del circuito Chiese Vive.

L’Esercito Italiano e la Diocesi di Verona, insieme per la sanificazione delle Chiese scaligere

​Anche la Diocesi di Verona si unisce al lungo elenco di Enti e Istituzioni che hanno richiesto l’intervento dei disinfettori del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto per contrastare la diffusione dell’epidemia da CoViD-19.

Questa mattina sono stati igienizzati gli spazi esterni della Cattedrale di Santa Maria Matricolare, nella centralissima Piazza Duomo, un articolato complesso architettonico, comprendente vari edifici e luoghi di culto legati profondamente alla storia, alla religione, alla cultura e alle tradizioni della città, di cui fanno parte S. Giovanni in Fonte, S. Elena e il chiostro dei canonici.

Le opere di sanificazione dei militari del COMFOTER di Supporto, iniziate nei primi giorni del mese scorso presso la Casa Circondariale di Verona-Montorio e proseguite nei locali della Questura e della Polizia Stradale, del Tribunale Penale e Civile, del Giudice di Pace e della Procura della Repubblica di Verona, della Casa di Riposo Domenico Cardo di Cologna Veneta e del Comune di Sacile, sono state effettuate attraverso l’utilizzo di atomizzatori sia di grande capacità sia spalleggiabili a bassa pressione, in grado di trattare gli spazi esterni mediante la nebulizzazione di una soluzione detergente igienizzante attiva sul virus SARS-CoV-2.

L’attività si è svolta alla presenza di Don Luigi Cottarelli, parroco del Duomo, del colonnello veterinario Enrico Mancini, igienista del COMFOTER di Supporto e della Dott.ssa Anna Volpe della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza con cui, nei giorni scorsi, sono state condivise le procedure di igienizzazione degli edifici di culto ai fini della salvaguardia e della tutela dei fedeli, dei celebranti nonché dei manufatti storico-artistici della Basilica di Santa Anastasia, della Chiesa di S. Fermo, della Basilica di S. Zeno e del Duomo di Verona.

Un’attività, quella di oggi, che anticipa di qualche giorno l’intervento di giovedì prossimo che interesserà gli uffici dello Sportello polifunzionale Adigetto della Direzione Servizi al Cittadino del Comune di Verona e della Polizia Locale di via del Pontiere.

Sin dal mese di gennaio uomini e donne in divisa sono costantemente impegnati a concorrere con tutte le energie nell’ambito del Sistema Paese per fornire risposte concrete ad una emergenza sanitaria che ha purtroppo colpito le abitudini e gli stili di vita delle famiglie di una intera nazione, a conferma del ruolo strategico dell’Esercito Italiano quale strumento al servizio della comunità. Una collaborazione già consolidata quella tra Esercito Italiano e Diocesi di Verona, che oggi si rafforza per il bene della collettività.

condividi: