Militari decisivi in due interventi a Napoli per il contrasto alla criminalità.

Due malviventi sono stati arrestati in due distinti episodi nella città partenopea

I militari dell'Esercito, impegnati nell'Operazione Strade Sicure, sono intervenuti in due distinte occasioni a Napoli consentendo l'arresto di due individui.

 

Nelle prime ore dell'alba, nel centro antico, una pattuglia del 3° Reggimento Bersaglieri ha individuato un giovane rincorso da un altro che chiedeva aiuto. I militari sono intervenuti ed hanno bloccato il fuggitivo che aveva appena messo a segno uno borseggio. Il fatto era avvenuto poco prima in Piazza Bellini dove due militari liberi dal servizio, un uomo ed una donna, seduti su di una panchina erano stati avvicinati dal giovane malvivente che repentinamente aveva strappato la borsa dalla spalla della donna trascinandola a terra. Il compagno della malcapitata si è precipitato a rincorrere il ladro attirando l'attenzione  dei colleghi della pattuglia che si trovava a  poca distanza. Il malvivente, un 26enne italiano, è stato consegnato ai Carabinieri, chiamati sul posto, ed è stato successivamente posto in arresto.

 

Poco più tardi, nei pressi di Piazza Garibaldi, i militari del Reggimento Cavalleggeri Guide (19°) hanno notato un ragazzo che aveva appena ceduto una bustina ad un giovane allontanatosi frettolosamente. I militari sono intervenuti ed hanno provveduto al fermo ed all'identificazione del sospetto, un giovane di 30 anni di nazionalità straniera, che è stato trovato in possesso di 18 grammi di Marijuana e 90 euro in contanti. Il pusher è stato successivamente arrestato dalla Polizia per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

 

L'attività di presidio del territorio da parte dei militari dell'Esercito impegnati nell'Operazione Strade Sicure, continua senza sosta, al fianco delle Forze dell'Ordine, per incrementare il livello di sicurezza nelle nostre città.

condividi: