fonte: COMFOTER di Supporto

Condividi su Linkedin

Conclusa la settimana della Sicurezza e Legalità organizzata dal Comune di  Castel d’Azzano con gli studenti delle scuole Primarie e Secondarie di I° grado.

Giuramento, etica, fedeltà, disciplina, esempio, dovere, generosità, impegno e coraggio, gli argomenti dell’incontro

​ Si è conclusa nei giorni scorsi, la settimana dedicata alla sicurezza e legalità organizzata dall’Assessorato al Commercio, Protezione Civile, Tempo Libero, Polizia Locale e Sicurezza del Comune di Castel d’Azzano (VR), in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “A. Cesari”.

Il progetto sulla Legalità, unitamente a quelli sull’Educazione Stradale, Protezione Civile, Parchi e Associazioni Ambientaliste e Commercio, riuniti sotto lo slogan “Io non Rischio, io mi Connetto” ha interessato numerosi alunni della Scuola Primaria e Secondaria di I grado.

In particolare, quello sulla legalità ha coinvolto circa 90 alunni delle classi terze della Scuola Secondaria di I grado dell’Istituto “A. Cesari” che hanno potuto assistere, nei primi giorni del mese di maggio, ad una lezione svolta in modalità e-learning da un rappresentante del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto, riguardante i contenuti descritti all’interno dell’Agenda 2021 - “Io Sono un Soldato”, donata a tutti i partecipanti alla lezione.

I valori del solenne Giuramento, l’etica, la fedeltà, la disciplina, l’esempio, il dovere, la generosità, l’impegno e il coraggio, cui ogni soldato si ispira quotidianamente nell’adempimento dei propri compiti, sono stati gli argomenti principali illustrati durante l’incontro.

Gli alunni, che hanno mostrato grande interesse e curiosità verso gli argomenti trattati nel corso della video lezione, hanno poi riversato i principali concetti appresi nella realizzazione di alcuni lavori presentati lo scorso 20 maggio in occasione di un breve incontro nel cortile della Scuola, svoltosi nel pieno rispetto delle normative per il contrasto alla diffusione del CoViD-19 e culminato con l’Alzabandiera. Presenti alla cerimonia, il Sindaco di Castel d’Azzano Dottor Antonello Panuccio, il Dirigente Scolastico Prof.ssa Emanuela Bruno e i rappresentati dell’Esercito e di altre Forze Armate, delle locali Associazioni d’Arma, dell’Avis e della Protezione Civile.

Un ringraziamento particolare è stato rivolto dall’Assessore alla Sicurezza Massimiliano Liuzzi al Generale di Corpo d'Armata Massimo Scala, Comandante del COMFOTER di Supporto, al corpo docenti e agli alunni dell’Istituto Cesari, coordinati dalla Prof.ssa Anna Pumilia, per l’eccellente lavoro svolto durante l’intera attività, finalizzata a celebrare la giornata della legalità che, ogni anno, commemora le vittime di tutte le mafie e, in particolare, quelle della strage di Capaci, avvenuta il 23 maggio del 1992, in cui persero la vita il Giudice Giovanni Falcone, la moglie e tre agenti della scorta.

condividi: