Condividi su Linkedin

Sinergia tra il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito e la Scuola Universitaria Interdipartimentale in Scienze Strategiche.

Presentata l’offerta formativa della SUISS

​Nell’ambito delle giornate di orientamento, organizzate dall’Università degli Studi di Torino, è stata presentata, nei giorni scorsi, in modalità on line, l'offerta formativa della Scuola Universitaria Interdipartimentale in Scienze Strategiche (SUISS), realtà fortemente caratterizzante per l'Esercito, al fine di diffondere i percorsi universitari compiuti dagli Ufficiali e studenti civili frequentatori dei corsi presso il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito.

A fornire chiarimenti sulle modalità di iscrizione e sull'offerta didattica si sono avvicendati il Prof. Edoardo Greppi, Presidente della SUISS, la Prof.ssa Marina Marchisio, vice Presidente della SUISS e referente dell’orientamento ed il tenente colonnello Enrico Spinello, Capo Sezione Rapporti con l'Università del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito.

In particolare, il Salone dell'orientamento universitario e post-diploma, rivolto agli studenti delle quinte classi delle scuole superiori, si è svolto dal 9 all’11 marzo in modalità on line dal Comune di Alba (CN).

L'Università di Torino ha messo a disposizione la piattaforma Orient@mente (https://orientamente.unito.it) con un'area test di logica matematica e cultura generale utile per la preparazione dei candidati a test di ammissione. A suscitare interesse e decretare il successo del corso di laurea in Scienze Strategiche concorrono fattori quali l'internazionalizzazione degli studi, le modalità di apprendimento e-learning e l'inserimento di tirocini presso realtà istituzionali e imprenditoriali.

Risulta sempre più incisivo lo sforzo congiunto del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito e l’Università degli Studi di Torino nell'ottica di un sempre maggiore perfezionamento ed ampliamento dell'offerta formativa e delle attività didattiche svolte sia in favore dei 1.000 Ufficiali frequentatori sia dei circa 200 studenti civili che, complessivamente per i vari anni di corso, si affiancano ai loro colleghi in uniforme.

condividi: