fonte: Stato Maggiore Esercito

Il Capo di SME conclude la sua visita in Sardegna partecipando alla CAEX II  e alla "CADAR 18".

Esercitazioni CAEX II e “CADAR 18” a Capo Teulada

Oggi, il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Salvatore Farina, ha assistito presso il Poligono di Capo Teulada a due importanti esercitazioni: la CAEX II 2018 (Complex Aviation Exercise), svolta dai reparti dell'Aviazione dell'Esercito con il supporto di unità terrestri e la "CADAR 18", in cui la Brigata Aeromobile "Friuli" ha completato l'attività d'approntamento per i prossimi impegni internazionali.

 

Il Generale Farina, accolto dal Comandante del Comando Forze Operative Nord, Generale di Corpo d'Armata Amedeo Sperotto, dal Comandante della Divisione "Friuli", Generale di Divisione Carlo Lamanna e dal Comandante della Brigata Aeromobile "Friuli", ha visitato i Reparti impegnati nella "CADAR 2018", il momento conclusivo di un intenso iter addestrativo che ha impegnato il personale della Brigata e quello ricevuto in concorso, in attività svolte precedentemente sia presso il Centro di Simulazione e Validazione dell'Esercito Italiano di Civitavecchia (Ce.Si.Va.) che presso il Joint Force Training Centre di Bydgoszcz in Polonia.

 

L'intenso ciclo addestrativo ha visto operare insieme militari appartenenti alla Brigata Aeromobile "Friuli", e alle altre unità specialistiche presenti, sia nella concezione, pianificazione, organizzazione e condotta dei processi operativi che hanno alla base il concetto di Security Force Assistance (SFA) sia nell'esecuzione e supporto delle attività di mantenimento della capacità aeromobile.

 

Successivamente il Capo di SME, accompagnato dal Comandante delle Forze Operative Terrestri e Comando Operativo Esercito, Generale di Corpo d'Armata Federico Bonato, ha assistito a una attività addestrativa diretta dal Comandante dell'Aviazione dell'Esercito, Generale di Brigata Paolo Riccò, nella zona di Capo Teulada, in Sardegna. L'esercitazione prevedeva lo svolgimento di tre atti tattici a fuoco su tre obiettivi, con l'impiego di tutti gli assetti dell'Aviazione dell'Esercito e di alcune componenti terrestri.

 

CAEX II 2018 ha interessato di 530 soldati in addestramento, 20 elicotteri e 1 aereo Dornier-228, oltre a diversi sistemi d'arma, e si prefigura come punto di partenza per l'immissione in Teatro Operativo dei nuovi assetti tattici e operativi previsti dalla Forza Armata.

 

Al termine delle attività, il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito ha espresso agli uomini e le donne schierati sul campo la piena soddisfazione per come ha visto condurre entrambe le esercitazioni,  sottolineando che la conoscenza delle procedure per l'impiego di assetti così specialistici è fondamentale per operare al meglio sia in Italia, a favore dei nostri cittadini nelle numerose attività duali che la Forza Armata è chiamata a sostenere nel corso dell'anno, sia all'estero, dove, insieme agli alleati e partner internazionali, il nostro Paese ha un ruolo centrale per la stabilità e la pace globale. Ha poi proseguito aggiungendo che, nonostante sistemi d'arma evoluti e procedure ottimali, l'uomo rimane centrale in ogni tipo di operazione militare.

 

Nelle stesse giornate il Generale Farina ha incontrato il Presidente della Regione Sardegna On. Francesco Pigliaru, il Prefetto e il vice Sindaco di Cagliari, nell'ambito di un rapporto estremamente costruttivo in cui è emersa piena sinergia tra l'Esercito e le autorità locali. 


condividi: