fonte: COMFOP Nord

L’Esercito Italiano alla Festa del documentario sociale e di costume, con la regia di Luca Zingaretti.

Lancio di paracadutisti, parete di arrampicata, mezzi storici e stand promozionali a cornice dell’evento

Si è svolta nella città di Pesaro, dal 28 giugno al 1° luglio, la IV Edizione del PesaroDocFest, evento che ha lo scopo di promuovere il documentario come strumento di analisi e riflessione su temi sociali e di approfondimento dell'attualità.

 

Il ricco programma della manifestazione ha visto, in particolare, la partecipazione dell'Esercito col ruolo di perfetta cornice al noto evento culturale, ispirato quest'anno, tra l'altro, agli eventi relativi alle Commemorazioni del centenario della Prima Guerra Mondiale.

 

Il numeroso pubblico, per l'occasione, ha potuto ammirare, in Piazza del Popolo, una mostra statica con 5 autovetture risalenti al 1° conflitto mondiale e appartenenti al Museo Storico della Motorizzazione Civile e alcuni militari in uniformi indossate durante la Grande Guerra.

 

Sotto il colonnato del Palazzo della Prefettura di Pesaro è stata allestita una mostra con 18 pannelli didattico/illustrativi ispirati agli eventi della Prima Guerra Mondiale che rappresentano un inestimabile e prezioso contributo ai protagonisti delle eroiche vicende che hanno visto coinvolta un'intera nazione. Protagonista sul palco, sabato sera, la Banda dei Granatieri di Sardegna, che si è esibita in una apprezzata e più volte applaudita performance musicale. 

 

L'evento è proseguito nella giornata di domenica 1 luglio, nella location di Piazza della Libertà. Qui è avvenuto, tra l'entusiasmo di turisti e semplici cittadini, l'aviolancio, intorno alle ore 18:00, di quattro paracadutisti che, dopo aver dispiegato nei cieli la Bandiera Italiana e quella dell'Esercito, sono atterrati proprio nei pressi della famosa "Sfera Grande" del Pomodoro. Tra essi il 1° Maresciallo Luogotenente Giuseppe Tresoldi, pluridecorato campione del Mondo di atterraggio di precisione, il quale ha avuto l'onore di stagliare nei cieli azzurri, il tricolore nazionale.

 

Gli uomini in uniforme, durante l'intera giornata, hanno messo a disposizione, tra l'altro, una serie di stand interattivi. Dal percorso "Military Fitness" del 186° reggimento paracadutisti "Folgore" alla parete di arrampicata del 9° reggimento Alpini, dall'Infopoint promozionale del Comando Militare Esercito "Marche" all'assetto multimediale del 28° reggimento "Pavia", costituito da una emittente radio-fonica, una postazione di produzione TV e stampa, il tutto con lo scopo di coinvolgere il pubblico presente nella splendida cittadina marchigiana.


condividi: