fonte: COMFORDOT

Il Centro Studi Post Conflict Operations di Torino alla “Friends of PSOTC Conference” a Sarajevo.

Consolidato il ruolo del CSPCO nel contesto delle operazioni di supporto alla pace

​Nell’ambito delle consolidate attività di cooperazione tra l’Esercito Italiano e i centri di peacekeeping di altre Nazioni, una delegazione del Centro Studi Post Conflict Operations (CSPCO), inquadrato nel Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito con sede in Torino, ha partecipato, nei giorni scorsi, alla “Friends of PSOTC Conference” organizzata a Sarajevo dal Peace Support Operations Training Center (PSOTC).

Nel settore delle operazioni di supporto alla pace, il PSOTC svolge attività di formazione ed addestramento del personale militare e civile della Bosnia Erzegovina e di quello proveniente da altre nazioni, con l’obiettivo di raggiungere standard compatibili con le Nazioni Unite e la NATO e di fornire sostegno alle Forze Armate bosniache nel contribuire alla pace e alla sicurezza internazionale. Il Centro organizza, su base annuale, la “Friends of PSOTC Conference” per riassumere i risultati conseguiti nell'ultimo anno e presentare piani e bisogni futuri.

Quest’anno la conferenza ha registrato la partecipazione di tre Organizzazioni Internazionali (NATO, EUFOR e OSCE), tre Ministeri della Bosnia-Erzegovina (Ministero della Difesa, Ministero degli Affari Esteri e Ministero della Sicurezza), alcuni rappresentanti delle Forze Armate bosniache, nonché 15 paesi partner, quali Austria, Bulgaria, Cina, Croazia, Germania, Italia, Moldavia, Montenegro, Norvegia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Svezia, Turchia, Ungheria e USA.

La delegazione italiana ha avuto, così, l’opportunità di rafforzare la cooperazione già in atto dallo scorso anno con il PSOTC, concordando con la controparte bosniaca le attività di interscambio didattico per l’anno 2020, sia di studenti che di istruttori. La conferenza ha, inoltre, offerto la possibilità di poter promuovere le attività del CSPCO ai rappresentanti delle altre nazioni presenti, illustrando, in particolare, il catalogo dei corsi di previsto svolgimento. Questo ormai consueto incontro costituisce, dunque, un momento importante per consolidare il ruolo del CSPCO nel contesto delle operazioni di supporto alla pace e per ottenere una più stretta collaborazione, soprattutto nel campo dell'addestramento e in quello della formazione, tra i due Centri e, più in generale, tra le rispettive Forze Armate.

condividi: