fonte: COMFOP Sud

Brigata "Sassari" e Comando provinciale dei Vigili del Fuoco in un’esercitazione di difesa CBRN (Chimica, Biologica, Radiologica e Nucleare).

Perfetta sinergia tra apparati dello Stato in materia CBRN

​Nell’ambito delle collaborazioni con il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Sassari e sfruttando l’occasione dell’annuale valutazione Chimica, Biologica, Radiologica e Nucleare (CBRN) alla quale devono essere sottoposte le unità dell’Esercito, si è svolta nei giorni scorsi un’esercitazione congiunta che ha visto impegnati circa cento operatori appartenenti al 152° Reggimento Fanteria Sassari, al 5° Reggimento Genio Guastatori di Macomer e al citato comando dei Vigili del Fuoco.


L’esercitazione, effettuata sia presso la caserma “Gonzaga” che nell’area addestrativa di Campomela (SS), ha permesso di condividere le procedure, verificare l'interoperabilità dei materiali e degli equipaggiamenti ed affinare le tecniche di intervento congiunte per far fronte ad eventuali eventi di natura CBRN sul territorio nazionale. Questo tipo di cooperazione, che permette di migliorare la conoscenza reciproca e l’interazione tra i diversi apparati dello Stato favorendo il raggiungimento di una perfetta sinergia, rientra nell'ambito delle predisposizioni poste in essere per far fronte alle specifica minaccia sul territorio nazionale e del soccorso pubblico e della Difesa civile in termini di difesa CBRN.


Inoltre, la specifica materia è utile alla preparazione delle unità in prospettiva di un impiego nelle cosiddette homeland security operations. L’esercitazione, infatti, si innesta nella fase finale dell’approntamento per l’operazione “Strade sicure” e “Terra dei Fuochi”, che vedrà il personale dei due reggimenti della Brigata “Sassari” impegnato sul territorio nazionale nel secondo semestre del 2019. Ormai da anni, infatti, l’Esercito viene impiegato congiuntamente con le Forze di Polizia per contrastare la criminalità, prevenire e reprimere attività illecite di sversamento rifiuti, al fine di garantire un ambiente sicuro, ristabilire la legalità e rafforzare la percezione della presenza dello Stato nella popolazione.

condividi: