fonte: COMFOP Sud

Sono oltre 400 i militari del 151° Reggimento abilitati come operatori BLSD (Basic Life Support Defibrillation).

Appena terminato presso il 151° Reggimento un altro corso di abilitazione BLSD

​Sono già oltre 400 i militari del 151° Reggimento della Brigata “Sassari” abilitati quali “operatori Basic Life Support Defibrillation (BLSD)”. Questo ambizioso traguardo è stato raggiunto nel tempo con lo svolgimento di diversi corsi BLSD, l’ultimo dei quali è appena terminato.

L’attività formativa, svoltasi presso la caserma “Monfenera” sede del 151° Reggimento, è gestita da istruttori qualificati, diretti dal dottor Luigi Cadeddu, dirigente medico e responsabile del settore formazione della centrale operativa Sud Sardegna del 118, ed è finalizzata al corretto utilizzo del defibrillatore per la rianimazione cardiopolmonare e all’insegnamento delle manovre di disostruzione delle vie aeree da corpi estranei su adulti e bambini.

L’obiettivo della formazione consiste nel far confluire il BLSD nelle attività addestrative che coinvolgono i militari del 151° Reggimento e promuovere la cultura del soccorso. La tempestività e l’adeguatezza degli interventi nei casi di arresto cardiaco, possono concorrere a salvare un maggior numero di vite umane, non soltanto in ambito militare, ma anche quando il personale si trova fuori servizio.

La defibrillazione è infatti efficace se viene somministrata in pochissimi minuti e se il “First Responder”, il primo soccorritore, è in grado di attuare le manovre di rianimazione cardiopolmonare. Dopo aver seguito una serie di attività teorico-pratiche, superata una valutazione finale, i partecipanti conseguono la qualifica di “operatore BLSD” e la certificazione IRC (Italian Resuscitation Council, Gruppo Italiano per la Rianimazione Cardiopolmonare).

L’abilitazione è inoltre condizione preliminare per l’accesso ai corsi di “soccorritore militare” ed “istruttore soccorritore militare”. La partecipazione ai corsi BLSD è stata estesa anche ai dipendenti civili, al personale degli altri reparti della Brigata “SASSARI”, del Comando Militare Esercito Sardegna e di altri Enti della Forza Armata. Le attività di formazione, tuttora in fase di svolgimento, permetterà, quindi, di aumentare il numero degli abilitati, e perseguire il sogno di qualificare come operatori BLSD il 100% dei militari del reggimento e, perché no, della Brigata “Sassari”, facendola diventare "la brigata del cuore".

condividi: