fonte: COMFOTER di Supporto

Condividi su Linkedin

Corso di formazione per i VFP4 del Comando Artiglieria e per i Graduati del 1° e 3° Reggimento Artiglieria Terrestre.

Formazione sull’impiego della Stazione di Acquisizione Obiettivi (SAO) e del Radar RANGER

​Si è concluso nei giorni scorsi presso la Caserma "MONTEFINALE", sede del Comando Artiglieria (COMART), il corso sui sistemi di acquisizione e sorveglianza della durata  di due settimane, che ha visto come frequentatori della prima settimana, i Volontari in Ferma Prefissata Quadriennale (VFP4) del Gruppo Addestrativo del COMART, raggiunti poi per la seconda settimana di corso, dai Graduati del 1° e del 3° Reggimento Artiglieria Terrestre da montagna, con sede rispettivamente a Fossano e Remanzacco.

 

Sotto la guida di un team di istruttori del Gruppo Addestrativo, nel rigoroso rispetto delle disposizioni vigenti per la prevenzione della diffusione del CoViD-19, il corso si prefiggeva il duplice scopo di formare i VFP4 sull'impiego della "Stazione di Acquisizione Obiettivi" (SAO) e gli artiglieri da montagna su tutte quelle competenze utili ad acquisire padronanza e dimestichezza con il Radar "RANGER".

 

Fondamentale importanza, infatti, rivestono sia la riqualifica e la specializzazione dei giovani Volontari che presto si affacceranno alla vita operativa utilizzando il sistema SAO, capace di operare sia di notte sia di giorno nell'osservazione con puntamento laser portatile comandato a distanza e in grado di scoprire ed individuare obiettivi per poi comunicarne i dati registrati, sia la formazione dei Graduati al sistema Radar di sorveglianza terrestre portatile RANGER, che può lavorare sia di giorno sia di notte, che è stato progettato per la rilevazione e il riconoscimento, a diversi chilometri di distanza e in ambienti tridimensionali (terra-aria-acqua), di mezzi o persone in movimento e che, grazie alla sua flessibilità d'impiego, viene usato per specifici compiti nell'ambito dell'Operazione "Strade Sicure".

 

Il Comandante dell'Artiglieria, Generale di Brigata Fabio Giambartolomei, nell'augurare ai frequentatori un proseguo di carriera ricco di soddisfazioni, ha sottolineato come gli ottimi risultati ottenuti siano il risultato finale di un costante e proficuo impegno.     


condividi: