fonte: COMFOTER di Supporto

Condividi su Linkedin

Gli operatori del Multinational CIMIC Group (MNCG) hanno concluso un’esercitazione di specializzazione per affinare le procedure CIMIC in uno scenario di difesa collettiva.

Testate le procedure CIMIC nella difesa collettiva dei territori appartenenti all’Alleanza Atlantica

​Dal 24 maggio al 1 giugno 2021 è stata condotta l’esercitazione denominata “Caldarium Effort”, tesa a perfezionare le capacità degli operatori CIMIC, del battaglione del MNCG, a pianificare e condurre attività di cooperazione civile-militare in uno scenario art.5, ovvero di difesa collettiva degli spazi dell’Alleanza Atlantica.

L’esercitazione di tipo livex (live exercise) e cpx (command post exercise) si è svolta tra Motta di Livenza, in provincia di Treviso, e l’area addestrativa di Caldaro in provincia di Bolzano. Gli specialisti CIMIC della Caserma Mario Fiore hanno simulato uno scenario che prevedeva l’intervento della NATO a difesa di uno stato membro, vittima di attacchi terroristici.

L’obiettivo era quello di mettere in pratica le SOPs (Standing Operating Procedures) basate sulle lezioni apprese ed identificate maturate negli anni, grazie alle numerose esercitazioni condotte a supporto dei Joint Force Command di Napoli e Brunssum, come assetti di civil-military cooperation a favore della NATO Responce Force (NRF).

La “Caldarium Effort” si è sviluppata, senza soluzione di continuità, attraverso attivazioni che hanno previsto un approccio olistico alla risoluzione del problema, il cui focus si è incentrato sullo sviluppo delle tre funzioni fondamentali del CIMIC, ovvero il collegamento civile-militare, il supporto alla forza e il sostegno agli attori non-militari e all’ambiente civile, coinvolgendo anche, come role player, personale di altre Forze Armate ovvero civili.

L’attività addestrativa ha rappresentato un evento propedeutico alla CREVAL (combat readiness evaluation) che vedrà impegnato il Multinational CIMIC Group nel secondo semestre del 2021. L’esercitazione è stata possibile, inoltre, grazie al supporto CIS (Communication and Information System), fornito dal 2° Reggimento Trasmissioni, di stanza a Bolzano.

condividi: