Il 3° Genio Guastatori fa brillare due bombe d’aereo gemelle da 1000 libbre della 2^ Guerra Mondiale.

Distrutte le due bombe d’aereo da 1000 libbre nell’udinese

​Sono state completate ieri le operazioni di bonifica dei residuati bellici risalenti alla II Guerra Mondiale, rinvenuti nel comune di Chiusaforte (UD), iniziate già lo scorso 5 luglio quando gli artificieri dell'Esercito, in forza al 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, hanno disinnescato la prima delle due bombe d'aereo da 1000 libbre ciascuna.

 

Le operazioni hanno avuto inizio nella notte e già all'alba è avvenuto il disinnesco del secondo residuato bellico gemello al primo rinvenuto, casualmente, nell'alveo del fiume Fella, nel comune di Chiusaforte alla fine di giugno.

 

La bomba d'aereo da 1000 libbre, con un peso complessivo di circa 490 Kg e internamente contenente fino a circa 270 Kg di alto esplosivo (tipo TRITONAL), ha una lunghezza  di circa 130 cm, un diametro massimo di 48 cm e uno spessore dell'involucro di 13 mm. L'operazione di bonifica è stata pianificata in tre distinte fasi. La prima ha visto la costruzione di una struttura temporanea di contenimento, atta a mitigare i disagi alla collettività. Durante la seconda fase, è avvenuta la neutralizzazione della bomba attraverso la rimozione dei sistemi di innesco "spolette" sia di coda che di naso ancora attive, ed infine, la terza e ultima fase, ha visto il trasporto dell'ordigno nel sito di brillamento finale effettuata dai Team E.O.D. (Explosive Ordnance Disposal) del 3° Reggimento Genio Guastatori.

 

Quest'ultima è un'unità dell'arma del Genio incaricata, anche, di bonificare il territorio del Friuli Venezia Giulia e le province di Treviso e Venezia dai residuati bellici dei due conflitti mondiali ancora esistenti. Sono già circa 250 gli interventi effettuati dall'inizio del 2017.


condividi: