Condividi su Linkedin

Concluso il modulo Combat per 50 Volontari in Ferma Prefissata di un anno del 4° blocco 4° scaglione 2019.

VFP1 dell’Esercito pronti per i futuri impegni al servizio del Paese

​Nei giorni scorsi si è concluso il ciclo addestrativo di quattro settimane che ha visto impegnati i VFP1 del 4° blocco del 4° scaglione 2019 frequentatori del modulo addestrativo "combat" presso l'82° Reggimento fanteria "Torino".

 

A circa un mese dal loro ingresso nella Caserma "R. Stella" di Barletta, hub addestrativo della Brigata Meccanizzata "Pinerolo" dell'Esercito Italiano, i Volontari hanno potuto condurre, in sicurezza, l'addestramento.

 

Grande l'entusiasmo dei giovanissimi militari provenienti da diverse regioni d'Italia ed entrati a pieno titolo nella grande famiglia dell'Esercito Italiano, i quali, conseguita l'idoneità al termine del corso di formazione, saranno assegnati ai reparti della Brigata. Durante l'intensivo corso sono stati svolti addestramenti sia diurni sia notturni che hanno visto i Volontari impegnati in attività ginnico-sportive, tecnico-professionali e valutati nel rendimento comportamentale, oltrechè motivazionale.

 

In particolare, le lezioni teorico-pratiche hanno riguardato l'orientamento sul terreno, l'uso e il maneggio delle armi in dotazione, la scuola di tiro con armi portatili e di reparto, il lancio della bomba a mano e l'addestramento individuale al combattimento attraverso l'utilizzo del  Circuito di Addestramento Ginnico Sportivo Militare  (CAGSM), consentendo di acquisire la capacità "Combat" di fuciliere, propedeutica ad affrontare ulteriori attività addestrative e operative una volta giunti presso i rispettivi reparti di assegnazione.

 

L'iter formativo, svolto nel pieno rispetto delle misure di sicurezza relative al contenimento della diffusione epidemiologica da COVID-19, si è concluso con un'esercitazione continuativa di 36 ore ed un assalto di squadra presso il poligono occasionale di "Murgia Parisi Vecchio", in cui i Volontari in Ferma Prefissata hanno avuto la possibilità di testare il proprio addestramento e la preparazione fisica conquistando la consapevolezza di essere pronti per i futuri impegni sul territorio nazionale e all'estero.

 

Il Comandante dell'82° Reggimento fanteria "Torino", Colonnello Sandro Iervolino, durante il saluto ai nuovi fucilieri, ha espresso parole di apprezzamento e soddisfazione per l'impegno dimostrato e per il livello addestrativo raggiunto, ringraziando i Comandanti a tutti i livelli per l'ottimo lavoro svolto. 


condividi: