fonte: COMFORDOT

Le due esercitazioni si sono svolte nei Centri di Addestramento Tattico (C.A.T.) di Cesano di Roma e Lecce.

Il CESIVA è riferimento della Forza Armata nella simulazione addestrativa

Nei giorni scorsi, presso i C.A.T. di Cesano di Roma e Lecce, si sono concluse, rispettivamente, le esercitazioni “Sagittario 3/2019”e “Centauro 3/2019”, attività "livex" che permettono alle unità della Forza Armata di operare in ambienti reali, utilizzando le armi individuali, i veicoli e i sistemi d’arma in dotazione.

La livex “Sagittario 3/2019”, tenutasi a Cesano di Roma, è stata rivolta all’addestramento di unità nell’ambito di esercitazioni che simulano uno specifico contesto tattico, finalizzato all’incremento e al miglioramento della conoscenza del personale nell’applicazione delle Procedure Tecnico Tattiche (PTT) della squadra fucilieri.

L’attività ha visto contrapposte unità del reggimento allievi dell’Accademia Militare, ad un plotone formato da unità dello stesso reggimento. La livex “Centauro 3/2019”, svoltasi presso il C.A.T. di Lecce, ha avuto come obiettivo addestrare le unità in attività tattiche offensive e difensive. L’esercitazione ha contrapposto unità del 19° corso Marescialli della Scuola di Cavalleria a unità del 31° Rgt “CARRI”.

Le attività livex vengono condotte in due distinti momenti, una fase di preparazione, comprendente lo studio dello scenario e degli obiettivi addestrativi, nel corso della quale sono stati schierati i sensori di rilevamento sul campo e i dispositivi mobili per il controllo e la valutazione dell’esercitazione, e una fase di condotta che si sviluppa con azioni continuative sul terreno costantemente seguite da osservatori e analisti in grado di monitorare e valutare i processi decisionali dei Comandanti di ogni livello e il comportamento delle unità sul terreno.

Nell’ambito della simulazione addestrativa Live, Constructive e Virtual, il Centro di Simulazione e Validazione costituisce il principale riferimento dell’Esercito per l’approntamento dei posti comando, degli staff e delle unità destinate all’impiego fuori del territorio nazionale utilizzando sistemi informatici tecnologicamente avanzati di simulazione e di comando e controllo, avvalendosi della collaborazione di esperti di settore e di personale già impiegato nel Teatro Operativo di riferimento. ​

condividi: