fonte: COMFOTER di Supporto

Condividi su Linkedin

31 studenti hanno superato il CIMIC Liaison Course presso la Caserma Mario Fiore di Motta di Livenza.

Il MNCG è riconosciuto ente formativo dalla NATO e tutti i corsi si tengono in lingua inglese

Nei giorni scorsi si è svolto presso la Caserma “Mario Fiore” di Motta di Livenza il “CIMIC Liaison Course”, modulo avanzato nell’ambito della cooperazione civile-militare e dedicato a studenti, civili e militari, con pregresse esperienze nel settore.


L’obiettivo primario del corso è stato quello di arricchire, con ulteriori moduli formativi, le capacità pregresse degli studenti, al fine di operare con profitto nei contesti multinazionali e multidimensionali che caratterizzano gli attuali scenari operativi della NATO.


Il corso, svoltosi in presenza e nel pieno rispetto delle limitazioni imposte per il contenimento della diffusione del CoVid-19, ha permesso a 31 studenti, provenienti da diverse nazioni e da variegati contesti lavorativi, di interagire con il corpo docenti del Multinational CIMIC Group (MNCG) e con i guest speaker chiamati ad intervenire, come il Dottor Marco Bassetti, esperto in comunicazione, il Dottor Nabil Kemli e il Dottor Jordi Casafont, esperti delle Nazioni Unite e rappresentanti dell’Ufficio per il coordinamento degli Affari Umanitari (OCHA), la Dottoressa Caterina Pino, esperta nel coordinamento inter-agency, governative e non, e operatrice sul campo in diversi contesti internazionali, dall’Africa al Medio Oriente.


Gli studenti, inoltre, sono stati coinvolti in una serie di giochi di ruolo e syndicate a consolidamento delle lezioni, al fine di consentire una successiva analisi dei vissuti, delle dinamiche interpersonali, delle modalità di esercizio di specifici ruoli e, più in generale, dei processi di comunicazione sviluppati nel contesto rappresentato.


L’organizzazione dei “CIMIC Liaison Course”, permette di ottenere un ciclo virtuoso della didattica attraverso la realizzazione in operazione di ciò che si è studiato in aula e, contestualmente, l’insegnamento in aula di ciò che si è appreso in operazione. Questo grazie all’esperienza degli operatori CIMIC svolta nelle aree di crisi dove l’Esercito e le altre Forze Armate sono chiamate ad operare, che permette di offrire una formazione aderente agli attuali, mutevoli e complessi scenari operativi.


condividi: