fonte: COMFOTER di Supporto

34 studenti, civili e militari, hanno terminato con successo il modulo “liaison” per la formazione avanzata.

L’esperienza degli operatori CIMIC nella didattica a distanza

​Si è conclusa nei giorni scorsi l’edizione 2020 del “CIMIC Liaison Course”, condotto dal 23 al 27 novembre 2020 e dedicato a studenti con pregresse esperienze e conoscenze nel settore della civil-military cooperation (CIMIC).

L’obiettivo primario del corso era quello di elevare e di incrementare, con ulteriori moduli formativi, le capacità precedentemente acquisite nel settore, al fine di operare con profitto in quei contesti multinazionali e multidimensionali che caratterizzano gli attuali scenari operativi della NATO.

Il corso, svolto interamente in modalità e-learning, grazie alla piattaforma di Forza Armata Moodle, ha permesso a studenti di ogni parte del mondo di potersi collegare e interagire con gli istruttori del Multinational CIMIC Group.

Il modulo formativo, basato sull’analisi del profilo professionale, degli obiettivi e delle responsabilità dell’Ufficiale di Collegamento CIMIC, è stato condotto fornendo approfondimenti relativi alle capacità comunicative, agli aspetti di mediazione riferiti a un determinato contesto culturale e prevedendo moduli di “field experience” con la condivisione di esperienze sul campo maturate negli anni dalle unità dell’Esercito e, in particolare, dagli operatori CIMIC.

Gli studenti, inoltre, sono stati coinvolti in una serie di giochi di ruolo e syndicate a consolidamento delle lezioni al fine di consentire una successiva analisi dei vissuti, delle dinamiche interpersonali, delle modalità di esercizio di specifici ruoli e, più in generale, dei processi di comunicazione sviluppati nel contesto rappresentato.

Il "CIMIC Liaison Course", svolto interamente in lingua inglese, ha permesso di qualificare 34 studenti, tra civili e militari.

Durante il corso sono intervenuti, in qualità di guest speaker, il Dottor Michael Spillinger, membro dell’“International Organization for Migration”, la Dottoressa Zain Tayyeb, Humanitarian Affairs Officer dello “United Nations Office for the Coordination of Humanitarian Affairs”, il Dottor Marco Bassetti, esperto in comunicazione e il Dottor Stefano Zannini, Professore aggiunto presso l’università LUISS.

L’organizzazione dei “CIMIC Liaison Course”, permette di ottenere un ciclo virtuoso della didattica attraverso la realizzazione in operazione ciò che si è studiato in aula e l’insegnamento in aula di ciò che si apprende in operazione. Questo grazie all’esperienza degli operatori CIMIC svolta nelle aree di crisi dove l’Esercito e le altre Forze Armate sono chiamate a operare, che permette di offrire una formazione aderente agli attuali, mutevoli e complessi scenari operativi.

Il Multinational CIMIC Group, che annovera, tra le Nazioni contributrici, oltre l’Italia, la Grecia, il Portogallo, la Romania, la Slovenia e l’Ungheria, rappresenta il polo di eccellenza per la formazione degli operatori che agiscono nel delicato settore della civil-military cooperation.

condividi: