fonte: CSOE

Rachele Bruni, atleta dell'Esercito, conquista la medaglia di bronzo ai Mondiali di Nuoto in acque libere e il pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020.

Un bronzo Mondiale e pass Olimpico per l'atleta dell'Esercito

​L’Italia ha conquistato la prima medaglia ai Mondiali di Nuoto in corso in Corea del Sud, a Gwangjiu con il Caporal Maggiore Scelto Rachele Bruni, atleta del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito, già argento olimpico a Rio 2016, che festeggia il bronzo nella 10 km in acque libere.

Una medaglia davvero importante che vale anche come pass individuale per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Rachele Bruni è alla sua settima partecipazione ad un Mondiale e, in una carriera di grandi soddisfazioni agonistiche, non era mai riuscita a conquistare una medaglia iridata individuale.

Finalmente arriva un bronzo da conservare accanto al suo argento olimpico di Rio 2016. E' stata una gara molto tattica, nella quale Rachele è rimasta nelle posizioni di vertice per quasi tutta la gara, riuscendo ad avere la meglio sul resto delle avversarie grazie ad una prova di forza e resistenza che le ha consentito di chiudere terza. "Medaglia che inseguivo da tanto tempo". "Ho sudato fino alla fine, ho dato tutto quello che avevo. Sono contentissima. Finalmente ho la medaglia mondiale che mi mancava, la inseguivo da tanto. A Tokyo me la voglio giocare fino in fondo e l'obiettivo sarà l'oro olimpico”: ha commentato felice l'atleta dell'Esercito allenata dal Caporal Maggiore Capo Fabrizio Antonelli, tecnico dell’Esercito e della nazionale.

condividi: