fonte: SME

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito presiede al passaggio di testimone alla guida del Comando delle Forze Operative Terrestri e Comando Operativo Esercito 

Cerimonia di avvicendamento al Comando delle Forze Operative Terrestri e Comando Operativo Esercito.

Questa mattina, presso la Caserma "Arpaia", sede del Comando per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell'Esercito (COMFORDOT), si è tenuta la cerimonia di avvicendamento al Comando delle Forze Operative Terrestri e Comando Operativo Esercito  (COMFOTER-COE) tra il Generale di Corpo d'Armata Riccardo Marchiò, cedente, e il parigrado subentrante Generale Federico Bonato. La cerimonia è stata presieduta dal Capo di Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, Generale di Corpo d'Armata Danilo Errico che per l'occasione ha rivolto il suo saluto di commiato a tutto il personale del Comando per la Formazione.

 

Il Capo di SME è stato accolto al COMFORDOT dal Generale di Corpo d'Armata Pietro Serino con il quale ha avuto un breve "office call". Successivamente, ha incontrato tutto il personale militare e civile presente, al quale ha voluto esprimere la sua personale gratitudine per la sempre puntuale professionalità e dedizione dimostrate, ponendo l'accento sulle attività svolte in favore degli Istituti di Formazione della Forza Armata e sull'importantissimo ruolo della Dottrina che, in considerazione del continuo evolversi degli scenari in cui l'Esercito si trova ad operare, vede in atto un complesso processo di riorganizzazione e aggiornamento.

 

Nel corso del suo intervento il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito ha sottolineato come "la Formazione è fondamentale per la Forza Armata, perché permette, in un periodo di continua evoluzione, di essere costantemente aderenti alle sempre più frequenti richieste di molteplici scenari: dalle operazioni all'estero a Strade Sicure fino alle emergenze per le calamità naturali".

Il Generale Errico ha poi ringraziato il Generale Serino per il supporto dato alla guida dell'Alto Comando che ha il delicato compito di creare le basi per una sempre più efficace e adeguata formazione del personale militare e ha concluso la sua visita con la firma dell'Albo d'Onore.

 

Terminata la visita al COMFORDOT, il Capo di SME si è recato presso la Sala Marziani per la cerimonia di avvicendamento tra il primo comandante del neo-riconfigurato Comando delle Forze Operative Terrestri e Comando Operativo Esercito, che trae le proprie origini dal III Reparto Impiego delle Forze dello Stato Maggiore dell'Esercito, mantenendone gli aspetti relativi alla generazione delle forze per le Operazioni, l'addestramento, l'approntamento, la simulazione, la validazione/certificazione/standardizzazione delle unità operative e le informazioni tattiche e il Generale di Corpo d'Armata Federico Bonato. Il COMFOTER COE ha, inoltre, acquisito alle sue dipendenze il Comando Aviazione dell'Esercito e il Comando delle Forze Speciali dell'Esercito, due unità altamente specializzate della Forza Armata.

 

Il Generale Marchiò, nel salutare gli ospiti intervenuti, ha ripercorso il periodo antecedente la costituzione del nuovo Comando ringraziando il personale e lo staff del COMFOTER COE che si è prodigato per superare le criticità delle fasi iniziali e consentire lo sviluppo delle proprie funzioni in maniera proficua e professionale.

"Il COMFOTER-COE è lo strumento innovativo pronto per le nuove sfide e la collaborazione e l'integrazione in ambito interforze" - ha sottolineato il Capo di SME.

condividi: