fonte: COMFOP Sud

L'ensemble musicale dell'Esercito Italiano si è esibita per la 1^ volta al festival di fama internazionale

A Spoleto un repertorio swing che ha accontentato i gusti e le esigenze di tutti gli spettatori

Il "Festival dei Due Mondi", appuntamento  internazionale giunto al suo 61° anniversario, ha visto l'esibizione ieri per la 1^ volta dell'Army Jazz Band dell'Esercito Italiano.

 

La formazione, nata nel 2004 in seno alla Banda Musicale dell'Esercito, nasce dalla comune passione di alcuni orchestrali del complesso verso il jazz più tradizionale. La lunga esperienza dei singoli elementi, provenienti dalle più diversificate esperienze musicali, è stata convogliata in un progetto che riscuote, anno dopo anno, un notevole successo sia in ambito militare che civile.

 

L'Army Jazz Band, composta da una Ensemble di 17 elementi (5 Sax, 5 Trombe, 4 Tromboni, Contrabbasso, Piano, Batteria), ha proposto un repertorio che ha saputo accontentare i gusti e le esigenze di tutti gli spettatori che hanno potuto apprezzare, attraverso un percorso storico musicale, le splendide orchestrazioni "Swing" degli anni '30 e '40, nella splendida cornice storica dell'anfiteatro romano di Spoleto.

 

L'esecuzione dei brani è stata intervallata da brevi presentazioni che hanno sottolineato il legame dell'evolversi di questa musica con la storia del popolo afro-americano. Le biografie dei grandi protagonisti del Jazz sono state narrate con aneddoti e retroscena dell'epoca che hanno catturato l'attenzione di coloro che hanno assistito all'esibizione di questa divertente formazione.

 

Il prestigioso evento musicale, che ripete il successo ottenuto l'anno scorso dal concerto della Banda dell'Esercito, ha visto la partecipazione delle massime autorità civili e militari della regione ed una vasta presenza di pubblico (oltre 1200 spettatori). L'appuntamento culturale, seguito dai principali media nazionali, è stato reso possibile anche grazie all'attività di coordinamento del Comando Militare Esercito "Umbria" di Perugia, impegnato nelle attività di presidio e di promozione dell'immagine della Forza Armata nell'ambito del territorio regionale.


condividi: