Per la seconda volta in carriera il 1° Caporal Maggiore Antonioli alza al cielo la sfera di cristallo overall.

Eydallin vince la gara individual a Madonna di Campiglio

A Madonna di Campiglio le campane suonano a festa per la nazionale azzurra, ed il tricolore sventola in alto. Una giornata memorabile ed indimenticabile quella odierna, che fa da conclusione ad una delle stagioni agonistiche di sci alpinismo più avvincenti di sempre.

 

La gara individuale di oggi ha regalato un podio assoluto maschile tutto italiano grazie alla bellissima prestazione del Caporal Maggiore Capo Matteo Eydallin che conferma ancora una volta l'ottimo feeling con la nota località di Madonna di Campiglio considerando che si tratta della quarta vittoria tra la Coppa del Mondo e la famosa Ski Alp Race Dolomiti del Brenta.

 

Una vittoria non scontata se si pensa che il compagno di squadra 1° Caporal Maggiore Michele Boscacci gli ha dato filo da torcere sino all'ultima discesa nella quale il piemontese ha cambiato marcia tagliando per primo il traguardo in Piazza Sissi. Inoltre il 1° CM Boscacci si classifica in terza posizione nella classifica generale di Coppa del Mondo.

 

In terza posizione il Caporal Maggiore Davide Magnini che conquista il suo primo podio assoluto in una gara individuale di Coppa del Mondo, e centra la vittoria nella classifica overall categoria Espoir. Il 1° Caporal Maggiore Robert Antonioli, nonostante il quarto posto odierno festeggia la gioia più grande, ovvero la vittoria della Coppa del Mondo Overall e della coppetta di specialità Individual.

 

Per l'alpino valtellinese si tratta della seconda Coppa del Mondo generale dopo quella vinta nel 2017.

 

Nella gara femminile, l'azzurra in forza al Centro Sportivo Esercito di Courmayeur Caporal Maggiore Alba De Silvestro dopo aver condotto tre quarti di gara, ha ceduto il passo alla francese Axell Gachet Mollaret chiudendo al secondo posto sia nella gara odierna e terza nella classifica generale di Coppa del Mondo. Un risultato che fa ben sperare per il futuro se si pensa che l'alpina ha affrontato proprio in questa stagione il primo anno da senior.

 

Come preventivato, nella categoria Espoir donne il dominio assoluto è stato della talentuosa valtellinese portacolori del Centro Sportivo Esercito Caporale Giulia Murada, che anche oggi sigilla il primo posto di categoria e si aggiudica la vittoria nella classifica generale Espoir e la coppetta individual. L'appuntamento con la Coppa del Mondo è al prossimo anno, ma gli atleti del Centro Sportivo Esercito di sci alpinismo li ritroveremo al via del nostro affezionatissimo Mezzalama nella data del 27 aprile 2019.


condividi: