fonte: COMFOP NORD

Anniversario della consegna bandiere alla Divisione Nembo.

Alla “Predieri”, per la consegna delle bandiere alla “Nembo”, presenti alcune scolaresche locali

Il tradizionale appuntamento dell'alzabandiera ha assunto i contorni della massima solennità, venerdì scorso, alla caserma "A.Predieri" di Rovezzano, dove si è celebrata la ricorrenza del 75° anniversario della consegna delle bandiere alla Divisione Nembo avvenuta il 24 maggio 1943 nel piazzale antistante a quello che oggi è il comando della Divisione Friuli.

 

In questi giorni infatti, 75 anni fa, si svolse la solenne consegna delle Bandiere dei tre Reggimenti di Fanteria (183°, 184° e 185°)  e dello Stendardo al 184° Reggimento Artiglieri Nembo. Nella stessa occasione, per ordine dell'allora Ministero della Guerra, vennero distribuiti ai reduci della Divisione Folgore i distintivi d'onore appositamente istituiti.

 

Presenti alla cerimonia alcuni sindaci e assessori delle aree liberate dai soldati italiani e il Comandante delle Forze Speciali dell'Esercito, Generale di Brigata Ivan Caruso, salutati dal Comandante della Divisione "Friuli", Generale di divisione Carlo Lamanna che, nel suo discorso, ha ricordato i 100 uomini scelti tra le fila del reggimento paracadutisti "Nembo" che costituirono l'omonima "Centuria" e che parteciparono, con lo Squadrone "F", alla manovra che passò alla storia come "Operazione Herring" in cui, al fianco degli Alleati, nell'aprile 1945, i paracadutisti italiani colsero di sorpresa le retrovie delle truppe tedesche a sud del fiume Po.

 

Hanno preso parte alla cerimonia tutti i reparti che hanno sede nella Caserma "Predieri", le associazioni combattentistiche e d'arma ed alcune scolaresche locali che al termine della cerimonia hanno potuto osservare da vicino alcuni mezzi in dotazione e visitare la sala cimeli della caserma, spazio museale ove sono custoditi importanti e rari reperti storici delle unità che hanno portato il nome "Friuli" a partire dal 1884. 


condividi: